Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Bill Gates lascia Facebook

Postato da on lug 28th, 2009 e file sotto Hi-Tech. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Bill Gates

Bill Gates

Da oggi, Bill Gates non sarà più un utente di Facebook ed oltre 10 mila iscritti rimarranno senza “amico”. La decisione della chiusura del profilo del CEO di Microsoft è stata dettata dall’eccessivo numero di richieste di amicizia nei confronti del fondatore dell’azienda di Redmond, tanto da rendere ingestibile il suo account.

Chi utilizza Facebook ed è fan di Bill Gates saprà certamente che il popolare fondatore dell’azienda di Redmond, nonchè creatore dei sistemi operativi Windows, dopo aver aver aperto e gestito per mesi il suo profilo su Facebookha deciso ieri di abbandonare il social network, chiudendo il suo account. La notizia certamente potrà incuriosire per le ragioni che hanno spinto il dirigente Microsoft a questa decisione, in quanto alla base dell’abbandono vi è“l’eccessiva richiesta di amicizia da parte degli internauti”.

Pochi attimi prima della chiusura del suo profilo, Bill Gates aveva raggiunto oltre 10 mila iscritti, troppi secondo il manager Microsoft da poter gestire, valutare e distinguere come “veri amici”. Secondo quanto riferito da Bill Gates nella conferenza che ha tenuto recentemente a Nuova Delhi, il suo profilo su Facebook è stato usato ed abusato da troppi internauti e le richieste di amicizia crescevano esponenzialmente, tanto da rendere ingestibile l’intero sistema.

Tra le note curiose, segnaliamo che il CEO di Redmond era iscritto a diversi Gruppi tra cui alcuni fondati su passioni sportive, come tennis e bridget, altri su hobby ed interessi sociali, come lettura e cinema, ed altri ancora indirizzati alla conoscenza, tra cui salute, neuroscienza, energia, scienze, filantropia e software, anche se quest’ultimo potrebbe non stupire.


Leggi Ancora

Lascia una risposta