Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Il flusso delle acque Adriatiche è alternato

Postato da on mag 14th, 2010 e file sotto Hi-Tech. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

mare_adriatico

I ricercatori dell’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale di Trieste hanno raccolto negli ultimi 20 anni una serie di dati riguardo lo schema di circolazione del Mar Ionio e Adriatico. Lo spunto nasce da un’inversione di circolazione delle acque del Mar Ionio, avvenuta nel 1997. Il fenomeno venne registrato negli annali della oceanografia, vista la sua anomalia. Gli scienziati avevano rilevato un cospicuo flusso di acque provenienti dall’Egeo. L’episodio è servito da stimolo ai ricercatori dell’Istituto per avviare l’indagine che ha portato alla raccolta di una grossa mole di dati dal 1985 fino al 2008. Il movimento delle acque dipende dalla densità ovvero dalla loro temperatura e salinità, lievi cambiamenti in questi due parametri possono provocare l’inversione del flusso marino. L’episodio del ’97 non è stato un caso isolato, ma è parte di un fenomeno che si ripete ciclicamente. Ogni 10 anni circa il movimento del Mar Adriatico e Ionico è invertito; il flusso delle acque  si muove alternativamente in senso orario o anti-orario. Fino al ‘97 il flusso marino è provenuto dall’atlantico, dal ‘98 al 2006 dal mediterraneo orientale. Questo fenomeno produce mutamenti nell’ecosistema poiché le correnti portano nei nostri mari esseri viventi tradizionali di mari occidentali o orientali, un esempio di questo è la Muggiaea, un invertebrato tipico dell’oceano atlantico ritrovato in acque adriatiche al largo delle coste croate.

Fonte galileo


Leggi Ancora

Lascia una risposta