Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Dal 1 luglio sarà possibile procedere alla conciliazione per i danni subiti dall’1 al 10 giugno, Poste propone tre forme alternative di compensazione per gli over 65

Postato da on giu 17th, 2011 e file sotto A.I. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry


Roma, 17 giugno 2011 – Dal 1° luglio prenderà il via la conciliazione tra Poste e clienti, assistiti dalle Associazioni dei consumatori, per il risarcimento dei danni subiti a causa del blackout informatico degli sportelli. Per Adoc, che ha accolto con soddisfazione anche gli indennizzi offerti da Poste ai pensionati over 65, è la vittoria dei consumatori.

“L’accordo con Poste è una vittoria dei consumatori, dal 1° luglio sarà possibile chiedere il risarcimento dei danni attraverso la conciliazione gratuita – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – l’Adoc ha prontamente messo a disposizione sul proprio sito www.adoc.org i moduli da scaricare per avviare la procedura di conciliazione, per le seguenti fattispecie: impossibilità ad effettuare un pagamento, impossibilità a ritirare del contante, impossibilità a spedire pacchi e corrispondenza descritta e altre fattispecie ritenute accettabili dalle parti. I danni documentabili devono essere riferiti al periodo compreso dal 1° al 10 giugno scorsi. Su sollecitazione dell’Adoc e delle altre Associazioni dei consumatori Poste ci ha informato che provvederà a indennizzare i pensionati over 65 per i disagi subiti dal 1° al 10 giugno, proponendo agli stessi tre forme alternative di compensazione: un abbonamento annuale a Banco Posta più dal valore di 31 euro, una polizza infortuni per tre mesi dal valore di 45 euro o una carta Poste Mobile dal valore di 35 euro. “


Leggi Ancora

Lascia una risposta