Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Sarà solo un’oasi nel deserto?

Postato da on apr 28th, 2010 e file sotto A.I. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

061009_comune_di_roma

Quest’oggi presso la sala del Carroccio del Comune di Roma, si è tenuta la presentazione di un’iniziativa sostenuta dal Ministero degli interni e dalla Camera di Commercio, per l’attivazione di 4 corsi di formazione per immigrati extraeuropei.
Il Fenomeno dell’immigrazione è oggi più vivo che mai ed  è necessario che iniziative di questo genere diventino realtà stabili  per consentire a cittadini di nuova formazione di potersi integrare pienamente nella vita socio-economica del Paese.
Le paure paventate da più parti nei confronti di un’immigrazione “criminale” risultano chiacchiere sterili e spesso prive di fondamento, alimentate da una cultura di chiusura e razzismo. Purtroppo i problemi vissuti dagli stranieri sono ben noti, assenza di tutele e spesso di basilari interventi di sostegno. Con l’emanazione della l. n. 95 del 2009 è stato decretato il reato di immigrazione clandestina, principio presente anche in altri stati dell’Unione Europea, fra cui la Francia, in cui sono ben note le conseguenze per la popolazione immigrata e per gli stessi cittadini sottoposti a procedimenti penali in caso di assistenza a clandestini. Tematica, tra l’altro, trattata recentemente negli ambienti cinematografici.
A conoscenza di tutti i fatti di Rosarno, dove la pressione sociale, condizioni di vita inaccettabili, hanno portato alla sommossa e ad atti di violenza e vandalismo. E’ chiaro che se non si provvederà con misure funzionali a tamponare e risolvere le centinaia di situazioni invivibili che si stanno annidando in Italia, all’episodio calabrese ne seguiranno altri. Si spera non sarà un’oasi nel deserto l’iniziativa promossa dal Ministero degli interni, ma solo la prima di una serie di progetti per favorire l’integrazione e il miglioramento delle condizioni di vita degli stranieri residenti in Italia.
I corsi sono stati realizzati grazie al FEI, Fondo Europeo per l’Integrazione di Cittadini di Paesi terzi, e per mezzo del sostegno della Camera di Commercio di Roma senza cui alcuni interventi non si sarebbero posti in essere.
Hanno inoltrato la domanda di partecipazione in 4 mila, fatto che mette in evidenza la chiara volontà di riscatto sociale di queste persone, di cui le statistiche sottolineano la serietà e l’assiduità di partecipazione a corsi professionali.
Gli allievi ammessi sono stati 335. I requisiti necessari per presentare la domanda erano: il non essere cittadino di uno Stato membro dell’ UE, avere tra i 18 e 40 anni, essere privi di occupazione dal primo gennaio 2010, avere una conoscenza almeno elementare della lingua italiana, ed aver ricevuto un’istruzione per almeno 8 anni consecutivi. Ne erano preventivamente esclusi coloro che sono stati accolti come rifugiati o coloro ai quali sia stata riconosciuta una protezione sussidiaria o umanitaria, i richiedenti asilo.
I corsi sono articolati in più fasi: 80 ore saranno dedicate all’approfondimento della lingua italiana, 40 all’orientamento civico, mentre la formazione teorico pratica sarà attuata attraverso un tirocinio o Formazione on the job, presso aziende del settore.
Si tratta di corsi di formazione professionale per Addetto alla panificazione, Addetto al Front Office di strutture alberghiere, per Addetto alla sala ristorante, e Addetto ai lavori di restauro, il cui percorso è diviso in 120 ore di formazione in aula e 120 di tirocinio presso prestigiose aziende di Roma e Provincia.
Per rendere effettiva la partecipazione, la Camera di Commercio si è fatta carico di sostenere economicamente, per l’intera durata del corso, gli allievi. Ai quali spetteranno 450 euro mensili, l’esonero dalle spese di vitto e dalle spese per il trasporto. All’evento hanno presenziato: Alessandro Vannini, Presidente della Commissione moda e turismo del Comune di Roma, che parallelamente svolge  iniziative di integrazione e gemellaggio con paesi terzi, la Dott.sa Maria Annunziata Rosa del Ministero degli Interni, Sveva Belviso, Assessore del Comune di Roma alle Politiche Sociali e il Dott. Pagnotta della Camera di Commercio di Roma.


Leggi Ancora

Lascia una risposta