Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Stupro a Roma, identico dna per le ultime tre aggressioni

Postato da on lug 9th, 2009 e file sotto A.I. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

ansa_16182989_31080ROMA – Si rafforza l’ipotesi della presenza a Roma di uno stupratore seriale. I risultati delle analisi di laboratorio coincidono infatti con due precedenti casi di violenza sessuale avvenuti nella Capitale. Anche gli accertamenti dopo l’ultimo stupro, avvenuto nella notte del 3 luglio in via Sommer a Tor Carbone ai danni di una studentessa, testimoniano che il dna risulta compatibile con quello rilevato nell’aggressione della gio

rnalista violentata alla Bufalotta nella notte del 3 giugno e con un altro caso di violenza avvenuto il 5 aprile scorso nella zona dell’Ardeatina.

Quest’ultima vittima, che presentò la denuncia dell’aggressione un mese dopo, oggi è stata ascoltata per diverso tempo dai pubblici ministeri Maria Cord

ova e Antonella Nespola alle quali è affidata l’indagine. Nulla è trapelato su quanto emerso dall’interrogatorio anche perché i magistrati hanno secretato il verbale. Nei prossimi giorni saranno ascoltate altre donne finite nel mirino del maniaco seriale.

La notte dell’ultimo stupro un altro episodio è ricollegato all’uomo con il volto coperto da un passamontagna che sceglie come teatro della violenza sempre un garage, confermando ancora una volta che si tratta della stessa persona. Poco prima di violentare la studentessa a Tor Carbone aveva tentato di aggredire, sempre con la stessa tecnica, una poliziotta, non riuscendo in questo caso nell’intento. Non solo quindi lo stesso modus operandi, il violentatore sceglie infatti il luogo, il garage, e non la vittima, cui tappa la bocca con lo scotch grigio, che minaccia con un taglierino e violenta all’interno della macchina, per poi dileguarsi: ora i test del dna confermano che si tratta dello stesso uomo. Gli inquirenti hanno anche un’altra traccia

da seguire, qualcuno ha visto l’uomo allontanarsi con una macchina, una piccola utilitaria, forse una Smart.


Leggi Ancora

Lascia una risposta