Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Un filosofo in ogni azienda

Postato da on apr 27th, 2011 e file sotto A.I. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Università e imprese insieme per una nuova figura professionale Giovedì 28 aprile, ore 12 Sala Conferenze della Facoltà di Lettere e Filosofia – via Ostiense 234

Nella società contemporanea, la conoscenza è l’unico driver per una possibile crescita economica. Per ciascuna impresa, per ogni organizzazione, per la società nel suo complesso la sfida è gestire questa conoscenza e trasformarla in un asset intangibile ad alto potenziale. Ma per far questo è indispensabile creare nuove competenze e professionalità, cruciali nello sviluppo della futura Società della Conoscenza.

I saperi custoditi nelle biblioteche, negli archivi informatizzati e nei data base delle imprese sono realmente a diposizione di chi desidera utilizzarli in modo rapido e profittevole? Quali problemi si pongono nei processi di trasferimento delle conoscenze umane? Perché le imprese non traggono il giusto valore dal proprio know-how?

Questi interrogativi hanno spinto studiosi e imprese ad intraprendere da alcuni anni un percorso di collaborazione che ha portato a formare giovani filosofi della conoscenza che potranno aiutare le imprese a mantenere il proprio know-how gestendo la conoscenza con nuovi metodi e tecnologie basate sulla logica, in una forma immediatamente utilizzabile dai calcolatori.

Il percorso parte dalla costatazione che negli attuali sistemi di gestione delle informazioni, in cui i dati diventano informazione solo se opportunamente aggregati, il valore informativo dei dati può essere rilevato soltanto dal lettore che interpreta le informazioni.

Immaginando un mondo in cui i calcolatori possano trattare conoscenze in modo automatico per fornire direttamente il “sapere” al lettore/utilizzatore, quale ricaduta si avrebbe sulla competitività delle imprese e sulla crescita economica?

All’interno delle aziende dovrà essere impiegata una nuova figura professionale portatrice di nuove competenze, capace di gestire conoscenze e non più solamente dati, che di fatto potrà sostituire la figura tradizionale del Data Base Administrator, capace ormai di offrire solo la certezza sull’organizzazione dei dati.

Nasce quindi l’esigenza di inserire all’interno delle aziende la figura del Knowledge Base Administrator, capace di comprendere la “realtà dei fatti” aziendali, di rappresentarla secondo i costrutti della logica e di esprimere le conoscenze in forma utilizzabile in modo automatico dai calcolatori.

I giovani filosofi della conoscenza potranno aiutare le imprese a mantenere il proprio know-how in una forma immediatamente utilizzabile dai calcolatori all’interno di tutti i processi di business, ovvero a fare in modo che il know-how, acquisito con estrema fatica ed ingenti investimenti, costituisca il driver di crescita all’interno della futura Economia e Società della Conoscenza.

La conferenza Un filosofo in ogni azienda. Università e imprese insieme per una nuova figura professionale è promossa da Epistematica in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia dell’Università Roma Tre e il Dipartimento di Filosofia di Sapienza Università di Roma.


Leggi Ancora

Lascia una risposta