Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

‘Caravaggio: La passione’ dal 4 al 9 ottobre al Teatro delle Muse di Roma

Postato da on set 27th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry


Caravaggio raccontato per la prima volta tra teatro, musica, danza e pittura

 

Con il Patrocinio della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Arte e Sport e della Provincia di Roma

 

Si terrà dal 4 al 9 ottobre, presso il Teatro delle Muse, lo spettacolo teatrale “Caravaggio: La passione”, scritto e realizzato da Manfredi Gelmetti, artista con esperienza lavorativa in campo teatrale tra Italia ed Inghilterra. L’evento gode del Patrocinio della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Arte e Sport e della Provincia di Roma.

 

Nel quarto centenario della morte del grande pittore Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, Manfredi Gelmetti presenta ‘Caravaggio: la passione’, ispirato alla biografia e saggi sulla vita e sullo stile pittorico del Caravaggio. Attraverso un’interpretazione assolutamente personale del regista e degli interpreti in scena, lo spettacolo vuole essere non un’esaltazione di Caravaggio-genio, bensì un tentativo di approccio al Caravaggio-uomo e a quel suo ‘Maledettismo’ che ne ha rivelato su tela, la grandezza artistica. Maledettismo verso se stesso nonché verso quelle prostitute che spesso furono le Muse di alcune sue celeberrime opere.

 

Teatro, Musica, Danza e Pittura nel tentativo di carpire l’anima tormentata, il lampo improvviso della fede di Caravaggio, colui che non ha mai creduto ad altro se non a quello che si vede. Perché soltanto ciò che è reale è razionale ed anche per Caravaggio, Dio resta inspiegabile.

 

Caravaggio : La passione” rappresenta un nuovo strumento che permette di apprezzare alcune delle opere del Genio mediante l’accostamento di diversi  mondi artistici che si incontrano e che permettono di apprezzare sfumature ed emozioni che spesso con il solo ausilio dello sguardo non si ha l’opportunità di cogliere.

 

Prezzo: 15 euro

Riduzioni per  bambini ed over 65: 12 euro

L’acquisto dei biglietti si effettua al botteghino del teatro


Leggi Ancora

Lascia una risposta