Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

24 maison italiane ad Hong Kong

Postato da on lug 12th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

La collezione si arricchisce ogni anno di nuovi nomi e si impreziosisce con bandiere sempre più alla moda, è approdata a Roma al Vittoriano, dove è rimasta esposta dal 3 novembre 2010 al 6 gennaio 2011 e ora debutta dall’altra parte del mondo. Infatti la Camera Nazionale della Moda Italiana ha ideato questa collezione che va oltre le stagioni e ha chiesto ai più grandi stilisti di offrire il loro contributo. Il risultato è  una mostra unica e di successo che rappresenta un inestimabile patrimonio storico e culturale.  Le 24 bandiere, dopo aver fatto tappa in molte città del mondo, vengono presentate a Hong Kong il 13 luglio 2011 dal Console Generale d’Italia e saranno visibili presso The Landmark Atrium, Central, fino al 21 luglio 2011. “Sono molto lieto di annunciare l’attuale collaborazione con il Consolato d’Italia a Hong Kong – afferma il Presidente Boselli – e ringrazio il Console Generale Alessandra Schiavo per aver supportato questa nostra iniziativa che celebra insieme l’eccellenza del Made in Italy e i 150 anni dell’Unità d’Italia e per aver contribuito a darle un respiro sempre più internazionale.”

“A un anno dall’accordo firmato da Camera Nazionale della Moda Italiana e Hong Kong Trade Development Council, – aggiunge il Cav. Lav. Mario Boselli – i rapporti con questa interessante realtà crescono ed evolvono. Hong Kong è protagonista della scena economica e finanziaria attuale ed è un partner strategico anche per le piccole e medie imprese, che da lì si avvicinano all’Oriente e si aprono soprattutto un passaggio verso il grande mercato cinese.”La mostra riunisce le interpretazioni del tricolore disegnate e create dai più grandi stilisti italiani, che in questi anni hanno risposto con entusiasmo alla sfida proposta da CNMI e hanno dato un tocco glamour al simbolo della Repubblica, coniugando sapientemente bianco, rosso e verde, creatività e tradizione, per creare una vera e propria opera d’arte.


Leggi Ancora

Lascia una risposta