Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

6 Persone arrestate per scippi, borseggi e furti. A termini bloccato tunisino dopo lo scippo ad una persona con difficoltà motorieà

Postato da on ott 27th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry


Sono 6 le persone arrestate nella giornata di ieri  in diverse zone della città per aver messo a segno o tentato di portare a termine furti e rapine.
Il tunisino, appostato nei pressi del capolinea dei bus in via Giolitti ha individuato la sua “preda” in un uomo di 54 anni claudicante che tentava di salire i gradini dell’autobus.
L’uomo, un tunisino di 28 anni, è stato arrestato per rapina aggravata dagli uomini del Commissariato Esquilino.
Approfittando dell’inabilità del 54enne gli si è avvicinato, e dopo averlo colpito, lo ha strattonato a terra strappandogli dal collo la catenina d’oro.
L’uomo, non riuscendo a rincorrere il suo aggressore, ha iniziato ad urlare per attirare l’attenzione dei passanti.
Ad accorrere in suo aiuto una Volante del Commissariato Esquilino, che pattugliava la zona.
Dopo una descrizione del rapinatore gli agenti si sono messi sulle sue tracce, riuscendo a intercettare e a bloccare il tunisino mentre tentava di fuggire in direzione Piazza Vittorio.
Alla vista degli agenti il nordafricano ha tentato di disfarsi della collanina gettandola a terra. Per lui  sono scattate le manette, mentre la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.
Sempre su un autobus si è verificato un borseggio ai danni di un ragazzo di 22 anni.
A prendere di mira il “passeggero” della linea 88 un rumeno di 34 anni che,  approfittando dell’autobus affollato, è riuscito a sottrargli il portafogli mentre il ragazzo scendeva.
Resosi conto di non avere più il portafogli, e notandolo in mano a un individuo rimasto sul pullman, ha chiamato il 113. Ad attendere il ladro mentre tentava di scendere alla fermata successiva, c’erano gli agenti del Commissariato Vescovio che lo hanno arrestato.
La vittima prescelta da  una nomade di 19 anni  è stata, invece, una turista a bordo della metro A.
Complice, anche in questo caso, il vagone super affollato.  La nomade è riuscita così ad aprire la borsa della turista prendendole il portafogli, senza che la vittima e il fratello si accorgessero di nulla. A sorprenderla sono stati alcuni viaggiatori che hanno assistito al furto e hanno dato l’allarme al 113. A bloccare la 19enne sono stati gli agenti del Commissariato Viminale inviati sul posto dalla Sala Operativa.
In manette anche due fratelli rumeni di 25 e 22 anni che avevano deciso di fare la spesa “gratis” e sono stati sorpresi a rubare in un supermercato in via Trionfale.
A tradirli il dispositivo antitaccheggio del supermercato che ha iniziato a suonare mentre i due tentavano di allontanarsi dalle casse con il loro “bottino”.
Al tentativo dei dipendenti del supermercato di bloccarli i due hanno iniziato a colpirli per sfuggire alla loro presa. A bloccarli definitivamente gli agenti del Commissariato Primavalle che intervenuti immediatamente sul posto li hanno arrestati. Sottoposti a perquisizione gli agenti hanno rinvenuto addosso ai due rumeni numerosi prodotti alimentari che sono stati riconsegnati agli addetti del negozio. I due fratelli dovranno rispondere di rapina impropria.
Arrestato anche un tossicodipendente di 51 anni che ha tentato di rubare uno scooter parcheggiato in zona Labicana.


Leggi Ancora

Lascia una risposta