Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Abbiate cura dei vostri piedi questo il messaggio proveniente dalla Congresso internazionale sulla chirurgia del piede

Postato da on giu 20th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

 

Alcuni specialisti hanno calcolato che durante l’arco di un intera vita i nostri piedi potrebbero averci permesso di percorrere una distanza che equivale a circa tre volte il giro della terra. I piedi, piedistalli sui quali poggiamo, sono un sistema perfetto del quale però dobbiamo avere gran cura. In molti casi a svantaggiarci è il sistema genetico che ci trasmette imperfezioni provenienti dai nostri genitori o parenti, quali piedi piatti, alluce valgo, piede a martello, o piede cavo, ma qualche volta a darci la zappa sui piedi siamo proprio noi stessi, in maggior misura le donne che per rispondere ai dettami della moda sacrificano la comodità e una postura corretta del piede alla bellezza. Non è un caso che il piede poggi al suolo con la parte anteriore e posteriore, si tratta di un sistema che consente la redistribuzione del peso corporeo in modo equo, ma quando indossiamo un tacco alto anche soli 5 cm spostiamo il  76% del peso del nostro corpo sull’avampiede.

Alcune delle patologie prima pensionate, come l’alluce valgo, sono patologie che possono insorgere in una fase successiva della vita, magari proprio a causa del maltrattamento dei nostri piedi. Questi sono state le tematiche trattate questa mattina durante il Congresso internazionale sulla chirurgia del piede al San Camillo di Roma. Insomma non ignorate il vostro corpo e i segnali che vi manda, altrimenti potreste rischiare di non poter più tornare indietro.

Fonte: TGCOM


Leggi Ancora

Lascia una risposta