Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Acquisti online da siti stranieri: che succede in caso di contreversia?

Postato da on gen 12th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Si possono trovare ottime occasioni su Internet: abiti e oggetti a basso costo, anche delle collezioni meno recenti, perché, diciamoci la verità, a parte i modaioli sempre in cerca dell’ultima novità immessa sul mercato, a chi non capita di volere questa o quella cosa con cui ci si è trovati tanto bene, ma che purtroppo non è più in vendita nei negozi?

I vantaggi degli acquisti on line, insomma, sono innegabili, ma quando le cose non vanno per il verso il giusto che succede? Se l’oggetto arriva a casa danneggiato oppure il vestito non è proprio quello che volevamo e nasce una controversia con il sito, che fare? Nessun problema se il sito è del proprio paese, ma quando invece appartiene ad un altro Stato membro la questione non è così semplice, soprattutto se le cose prendono una via legale. A chi si deve rivolgere il consumatore?

La Corte di Giustizia Europea su questo fa chiarezza.

Se l’attività di vendita del sito è indirizzata verso lo Stato membro in cui il consumatore è domiciliato, allora quest’ultimo potrà fare causa davanti al Giudice del suo Paese. La Corte di Giustizia esplicita, inoltre, le circostanze in cui questo è possibile: quando il sito offra servizi in più paesi membri specificatamente indicati oppure quando l’attività del sito è di natura internazionale.

Vi è, poi, tutta una serie di elementi che costituiscono indizi probanti, a sostegno della tesi che il sito citato svolge attività rivolta al paese di domicilio del cliente:

i recapiti telefonici con prefisso internazionale, la possibilità di effettuare i pagamenti con una moneta diversa da quella in uso nello stato membro del commerciante o, ancora, la citazione ad una clientela internazionale composta da soggetti domiciliati in Stati membri diversi.

Fonti: Altro Consumo


Leggi Ancora

Lascia una risposta