Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Affittasi giocattoli

Postato da on mar 19th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

toysjSi avvicina la Pasqua, iniziano le richieste dei bambini. Una volta l’ambizione era l’uovo di cioccolato, e se dentro ci si trovava un piccolo braccialetto di plastica che forse non sarebbe mai andato neanche alla bambola, era comunque una festa. Oggi l’uovo è dimenticato e si pensa direttamente alla sorpresa, che è davvero grande, soprattutto per il portafogli dei genitori. . e dopo la Pasqua arriva la fine della scuola; ecco allora in vista un’altra bella lista per il regalo di promozione, pronti, poi, per ricominciare un altro ciclo l’anno seguente: Natale, Pasqua, fine anno scolastico.
L’affanno degli adulti per soddisfare le richieste dei figli è inversamente proporzionale al grado di soddisfazione che questi provano di fronte al regalo: mesi di indagine per reperire informazioni utili sull’oggetto in questione, giornate intere in mezzo al traffico per cercare il negozio adatto, e sono sufficienti poche settimane perché il risultato di tanto sudato sforzo sia rapidamente accantonato per cedere il posto all’ultima novità del momento che, a sua volta, nel giro di poco tempo andrà ad aggiungersi alla montagna dei vecchi giocattoli sparsi per tutta casa. Proprio per questo ha incontrato grande successo la pratica del noleggio dei giocattoli, nata per salvaguardare le famiglie, evitando loro di rimanere intrappolate tra un gormito e una barbie.  Appositi siti web offrono l’opportunità di spendere una cifra piuttosto modesta per affittare i giochi; quando, poi, arriva il momento del dimenticatoio, questi possono essere restituiti ricevendone in cambio altri, da un minimo di tre  ad un massimo di sei nell’arco di uno stesso mese, senza costi aggiuntivi; tutto rientra nell’ambito di un abbonamento mensile che viaggia tra i 40 e i 65 euro. Un bel risparmio, visto che con la stessa somma ci si potrebbe comprare forse un solo giocattolo.. e che peccato, poi, pensare che verrebbe presto messo da parte. Una volta tanto c’è da augurarsi che un fenomeno diventi una vera e propria moda. E’, infatti, un’iniziativa che non soltanto garantisce alle famiglie un notevole vantaggio economico, ma aiuta anche i più piccoli a maturare un senso di consapevolezza circa il valore delle cose.

Fonte: Ecowiki


Leggi Ancora

Lascia una risposta