Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Afghanistan, almeno 90 morti dopo un raid aereo della Nato

Postato da on set 4th, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

attentato kabul afghanistanKABUL – Decine di persone, addirittura novanta secondo il governatore provinciale Mohammad Omar, potrebbero aver perso la vita nel nord dell’Afghanistan a causa di una gigantesca esplosione provocata da un raid aereo dell’Isaf, la Forza internazionale di assistenza per la sicurezza guidata dalla Nato. Stando a testimoni oculari, la notte scorsa velivoli alleati hanno bombardato alcune auto-cisterne che erano state sequestrate da un commando di Talebani lungo la strada che, nel distretto rurale di Ali Abad, conduce al villaggio di Angorbagh, nella provincia settentrionale di Kunduz. 

Almeno uno dei veicoli è però piombato nelle acque di un fiume: tutto intorno si sono allora ammassati non solo guerriglieri che cercavano di recuperarlo, ma anche semplici civili intenti a impadronirsi del carburante che fuoriusciva dai serbatoi. Il camion sarebbe stato centrato da una bomba, saltando in aria e facendo strage di chi si trovava nei pressi. Secondo il capo della polizia distrettuale, Baryalai Basharyar Parwani, vi sarebbero stati come minimo sessanta tra morti e feriti. Fonti del Comando atlantico a Kabul si sono limitate a confermare l’avvenuta “incursione”, attribuendola alle forze occidentali.


Leggi Ancora

Lascia una risposta