Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Al-Quaeda, Capuozzo: media troppo disattenti su sequestro volontari in Algeria

Postato da on ott 27th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry


«È triste constatare che il sequestro di un giornalista sia destinato a riempire le prime pagine dei giornali, mentre c’è una certa disattenzione dei mezzi di comunicazione di massa quando accade a un volontario». Lo ha dichiarato Toni Capuozzo ai microfoni di Frequenza Modavi, la radio del sociale in onda su www.modavi.it, a proposito dei tre volontari europei – tra cui l’italiana Rossella Urru – sequestrati da terroristi di Al-Qaeda nei campi per rifugiati saharawi in territorio algerino.

Sulla “Primavera araba” Capuozzo aggiunge che «gli spontanei entusiasmi iniziali possono scontrarsi con uno sviluppo delle cose molto diverso da come ci aspettavamo, che rischia di deludere anche tanti giovani che sono scesi in piazza ed hanno preso le armi in questi mesi. Un tradimento di aspettative già  avvenuto una volta quando nel mondo arabo i regimi militari presero il posto delle monarchie in nome della lotta alla corruzione e dell’uguaglianza sociale».

Nella trasmissione è intervenuto anche Omar Mih, rappresentante del Fronte Polisario per l’Italia. Mih, parlando dei volontari europei sequestrati nei campi per rifugiati saharawi, ha definito il caso come «il nostro “11 settembre”» ed ha assicurato l’impegno del governo saharawi per liberare gli ostaggi ed arrestare i terroristi.


Leggi Ancora

Lascia una risposta