Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Anche gli esseri umani ricevono informazioni dalla percezione di specifiche sostanze chimiche

Postato da on mag 17th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Sono sempre di più gli studi  che confermano che anche negli esseri umani non si sia persa, come negli animali, la capacità di ottenere informazioni grazie all’olfatto, o meglio grazie alla percezione di determinate sostanze chimiche.

Si sa che la maggioranza degli animali, comunicano grazie a determinati comportamenti, o a specifici  richiami, ma anche grazie alle sostanze chimiche che vengono emesse dai loro corpi in alcune circostanze. Il genere umano, dotato di una capacità di ragionamento molto più sviluppata e grazie al linguaggio è sempre stato portato a credere di ottenere le informazioni attraverso la vista, l’udito, il linguaggio verbale e tutt’al più attraverso quello corporeo, ma c’è di più. Grazie ad uno studio condotto dall’equipe del professor Zhou dell’Accademia di Scienze di Pechino, è stato definitivamente accertato che anche gli esseri umani sono in grado di percepire i ferormoni maschili e femminili e di comprendere il genere della persona che si ha davanti prima di individuarne la sagoma. Gli scienziati hanno registrato delle figure umane, poi stilizzate in modo da rendere il loro sesso indistinguibile alla vista, sia gli uomini sia le donne hanno annusato in modo assolutamente inconsapevole i rispettivi ferormoni, individuandone il sesso corrispondente. L’informazione arriva in modo totalmente inconsapevole, nessuno dei soggetti che si sono sottoposti all’esperimento ha dichiarato di aver sentito alcun odore, si tratta evidentemente di informazioni che arrivano direttamente al cervello senza l’intermediazione dell’io cosciente.


Leggi Ancora

Lascia una risposta