Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Batteri amici nemici

Postato da on lug 30th, 2012 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Negli ultimi anni l’igiene personale è stata rivolta all’uso di sostanze antibatteriche. Il nostro sapone per le mani, quello per i piatti, e per il corpo sono stati costituiti come un arsenale per uccidere i batteri eliminando quelli più nocivi.

Ci sono dei microbi mostruosi brulicanti li fuori come per esempio lo stafilococco. Ma gli scienziati sono intenti a scoprire quei batteri che non sono nocivi. Infatti l’immenso microcosmo di organismi viventi e non come batteri, virus, funghi che vivono dentro e sul nostro corpo non sono tutti pericolosi, anzi alcuni sono fondamentali per il mantenimento di un buono stato di salute.

Recenti ricerche hanno rivelato che quando spazziamo via alcuni batteri benefici dal nostro intestino, altre specie di batteri che non sono benvenuti possono entrare e causare sari problemi di salute all’organismo. Un nuovo studio ha scoperto che forse la stessa cosa vale anche per la nostra pelle. Non importa quante docce fai ogni giorno, rimarrai sempre una colonia ambulante di batteri. E questa è una buona cosa, suggerisce una ricerca pubblicata su Science il 25 Luglio.

Un team di ricercatori guidati da Shruti Naik del National Institute of Allergy and Infectious Disease’s Laboraotry of Parasitic Disease, ha esaminato quello che accade quando dei topi crescono senza la comunità standard di microbi sulla pelle. Uno dei batteri più comuni è lo Stafiloccocco epidermis. Senza quessta amichevole popolazione sulla loro pelle, i topo sono più soggetti alle infezioni da parte dei parassiti Leishmania major.

La ragione è semplice: in tal modo i batteri hanno lo spazio sufficiente per poter entrare e attaccare l’organismo. Infatti, i ricercatori suggeriscono le infezioni peggiori sono causate da un elemento principale, l’Interleuchina 1, una proteina prodotta dalle cellule e dal sistema immunitario. Questa proteina viene attivata dai batteri non patogeni che consentono alla LH1 di trasmettere un segnale di avvertimento. Inoltre l’interleuchina è fondamentale per il benessere della pelle, la sua assenza o mal funzionamento può comportare l’insorgere di psioriasi o dell’artrite.

I ricercatori hanno poi testato gli effetti prodotti dai microbi presenti nello stomaco sulle infezioni della pelle. Anche se loro vivono dentro il corpo, la flora batterica indirettamente aiuta la pelle a lottare contro le infezioni, contribuendo allo sviluppo del sistema immunitario, regolando inoltre alcune risposte infiammatorie. Ma loro hanno infine dedotto che i batteri dello stomaco sono molto meno importanti di quelli che si trovano sulla pelle per lo sviluppo della risposta del sistema immunitario. Queste ricerche suggeriscono che il nostro  più ignorato batterio della pelle gioca un ruolo del distruggere le infezioni. Pertanto forse tutti quei saponi antibatterici hanno effetti che vanno oltre la superfice della pelle.

Fonte: Nature.com


Leggi Ancora

Lascia una risposta