Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Benzina: con caro petrolio serre a rischio

Postato da on mar 9th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Il caro petrolio ed i suoi effetti sui costi energetici mettono a rischio gli oltre trentamila ettari di coltivazioni specializzate in serra che producono fiori e piante ornamentali ed ortaggi. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare la necessità che venga annullata l’accisa sui carburanti destinati al riscaldamento delle serre, come già è peraltro avvenuto negli anni passati.

Si tratta di evitare – sottolinea la Coldiretti – un insostenibile aumento dei costi in un settore che deve subire un forte pressing competitivo. In assenza di interventi tempestivi il risultato è – continua la Coldiretti – un ulteriore via libera alle importazioni soprattutto da paesi extracomunitari, favoriti da un clima più caldo, dove spesso si sfrutta la manodopera e si utilizzano di pratiche di coltivazione dannose per la salute e l’ambiente bandite dall’Ue Il prezzo del gasolio destinato all’attività agricola ha fatto segnare un aumento record provoca un aggravio complessivo di costi stimabile in 200 milioni di euro su base annua per l’intero  settore. Oltre ai costi per le serre, l’aumento pesa  anche sulle macchine come i trattori e sul riscaldamento di locali come le stalle o sull’essiccazione dei foraggi destinati all’alimentazione degli animali. Ma a subire gli effetti del record nei prezzi del gasolio – continua la Coldiretti – è l’intero sistema agroalimentare dove i costi della logistica incidono dal 30 al 35 per cento per frutta e verdura e assorbono in media un quarto del fatturato delle imprese agroalimentari.

Il peso dei costi di solo trasporto sul totale dei costi logistici nell’agroalimentare – sottolinea la Coldiretti – è pari a un terzo, mentre l’insieme dei costi di gestione del magazzino (scorte, movimentazioni e picking ) copre un altro terzo dei costi logistici. La continua crescita dei costi di trasporto e degli altri costi logistici – conclude la Coldiretti – mette a rischio la competitività delle imprese Made in Italy e che va affrontata con interventi strutturali in un Paese dove l’86 per cento delle merci viaggia su strada.


Leggi Ancora

Lascia una risposta