Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Binge Drinking sono circa il 42% deiu giovani a praticarlo

Postato da on lug 4th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

 

Sono ormai numerose le generazioni coinvolte nel fenomeno del Binge Drinking, ossia l’abitudine di bere alcol magari durante il fine settimana o durante le vacanze,  in abbondanza e rapidamente. Addirittura alcuni hanno trovato escamotage impensabili, come versarsi superalcolici negli occhi, per far entrare il prima possibile in circolazione la sostanza. Si tratta di bravate da ragazzi, peccato che nella maggioranza dei casi sono poco più che adolescenti, 16 anni, e talvolta anche meno, giovani incoscienti che non sanno quanto male si stanno causando. L’Ospedale Bambino Gesù di Roma, vista la diffusione del fenomeno ha in proposito condotto degli studi che saranno presentati il prossimo 8 Luglio  al Palazzo delle Esposizioni.

Questi ragazzi non sanno che così facendo diminuiscono drasticamente la loro aspettativa di vita, non sanno di condannarsi ad una vita vessata dalla malattia. La categoria più a rischio è costituita dagli obesi, soggetti alle problematiche della sindrome metabolica, fegato grasso, e nei quali il Binge Drinking è deleterio. In Italia, oramai, circa 1 bambino su 3 è obeso, in totale un milione di ragazzi, mentre quelli che si danno all’alcol sin dalla tenera età, sono il 42%, le ragazze il 21%, e al di sotto dei sedici anni almeno 18 su 100.

Sarebbe bene diffondere queste informazioni soprattutto fra i più giovani, far sapere ai genitori qual è il rischio che corrono i propri figli, anche i più diligenti, l’adolescenza è un’età in cui è fondamentale essere accettati dal proprio gruppo, essere stimati, e questo non sempre corrisponde ad un comportamento responsabile.

Fonte: Asca.it

 


Leggi Ancora

Lascia una risposta