Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Biofuel da Alghe, la futura alterantiva alla benizina?

Postato da on gen 13th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Di sostenitori il biofuel da alghe ne ha veramente molti tanto che ad aver investito nel settore sono state anche le grosse compagnie petrolifere. Il motivo per il quale ancora non è possibile trovarlo in nessun benzinaio del pianeta è dovuto al fatto che il suo costo di produzione è ancora troppo elevato, molto più costoso del petrolio, ma anche dei bio carburanti di seconda generazione come l’olio di colza.

Però gli esperti rassicurano, a loro avviso entro i prossimi quindici anni l’aumento della produttività  e quindi il risparmio generato dalle economie di scala, consentirà di vendere il biocarburante a prezzi assolutamente competitivi. La situazione sembra molto promettente anche perché la capacità di produzione energetica dell’alga è ad esempio superiore a quella degli altri biofuel e ha un impatto ambientale inferiore a quello degli altri combustibili.

Ma la situazione non è così rosea come sembra, visto che le alghe si nutrono di fertilizzanti, per questo infatti molti studiosi rimangono scettici ed alcuni sostengono che il loro utilizzo potrebbe arrecare più danni che altro. Per ovviare al problema c’è anche chi ha proposto di nutrire le alghe con l’acqua proveniente dagli scarichi delle fogne; ma tutto è ancora in gioco e non ci rimane che attendere gli sviluppi degli studi in atto.

Fonte: qualenergia.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta