Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Bondi conferma impegno per assicurare al Fus uno stanziamento intorno ai 400 milioni di euro per il 2011

Postato da on ott 21st, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Soddisfazione” ma anche “preoccupazione” sono espresse dal presidente dell’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo, Paolo Protti, a seguito dell’incontro di ieri dell’ufficio di presidenza dell’Associazione con il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Sandro Bondi.

L’Agis prende atto con soddisfazione, dice Protti, dell’impegno confermato dal ministro per assicurare al Fondo unico dello Spettacolo (Fus) uno stanziamento intorno ai 400 milioni di euro nel 2011, e per rinnovare il tax credit e il tax shelter, misure di incentivazione fiscale in scadenza a fine anno, che si stanno dimostrando essenziali per tutta l’industria cinematografica. Inoltre, condividiamo l’aspettativa di Bondi di una riunione ristretta a breve del consiglio dei ministri, da dedicare esclusivamente alla cultura e ai suoi gravi problemi”.

Adesso però, dice il presidente dell’Agis, siamo in attesa di verificare ciò che il governo deciderà effettivamente in materia. Dobbiamo intanto rilevare con estrema preoccupazione che nella legge di stabilità, appena approvata dall’esecutivo, il Fus resta fermo a 262 milioni di euro”.

E’ il livello minimo mai toccato dalla nascita del Fondo, conclude Protti, che impedirà la sopravvivenza di moltissime imprese di spettacolo, con conseguente perdita di offerta al pubblico e di posti di lavoro, e inoltre finirà per colpire duramente soprattutto tante aziende sane, che vorrebbero solo essere messe nelle condizioni minime per poter proseguire nel loro importante impegno”.

All’incontro erano altresì presenti il capo di gabinetto del ministro e direttore generale dello Spettacolo dal vivo, Salvatore Nastasi, il direttore generale Cinema, Nicola Borrelli, il vicepresidente Agis, Maurizio Roi, i componenti dell’ufficio di presidenza Alessandro Bellucci, Alessandro Bisail, Sergio Escobar, Carmelo Grassi, Luigi Grispello, accompagnati dal past president dell’Agis, Alberto Francesconi.



Leggi Ancora

Lascia una risposta