Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Borse, chiusure miste Milano tra le migliori

Postato da on set 4th, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

borsa milanoMILANO – Il clima sulle piazze finanziarie rimane nervoso, e dopo tre sedute negative ancora prevalgono i realizzi, che portano in frazionale ribasso gli indici principali. L’unica eccezione è Piazza Affari, che risale di quasi un punto percentuale con acquisti diffusi. Anche a Wall Street la partenza è in rialzo, grazie ai buoni dati sull’indice Ism manifatturiero e sulle nuove richieste di disoccupazione, in calo di 4mila a 570mila unità.

Sul fronte macroeconomico la Bce ha lasciato invariato all’1% il tasso di riferimento, come previsto. Il suo presidente, Jean-Claude Trichet, ha dichiarato di vedere segnali crescenti di stabilizzazione dell’economia, anche sul fronte dei prezzi. Secondo il banchiere centrale è vicino il termine della recessione.

A Piazza Affari l’indice generale guadagna lo 0,79% e l’Ftse/Mib lo 0,75%. In testa alle blue chip troviamo Fondiaria Sai (+4,6%) sull’ipotesi che Premafin, la holding della famiglia Ligresti, possa approfittare della debolezza del titolo e aumentare il proprio peso sulla compagnia assicurativa attraverso l’acquisto di azioni sul mercato. Brilla anche Atlantia, +4% il giorno dopo i dati preliminari sul traffico della rete Autostrade nei due mesi luglio-agosto (+0,9%).

Torna in denaro anche il comparto bancario dopo i ribassi recenti. Da segnalare Unicredit, quasi +3% dopo le dichiarazioni sull’Europa dell’Est del suo amministratore delegato. Salgono anche Intesa Sanpaolo (+0,4%), Banco Popolare (+0,8%) e la controllata Italease, che guadagna oltre il 10% valendosi dell’accordo su Risanamento che la vede in parte coinvolta. La società di Luigi Zunino si riprende un 14%, dopo il via libera delle banche al suo salvataggio giunto ieri.

Risale la china Impregilo (+4,3%) che approfitta della ritrovata attenzione sul settore delle costruzioni e del cemento. Bene anche Buzzi Unicem (+2,5%) e Italcementi (+1,4%). Fra i titoli minori torna a salire Management & Capitali (+5%), sull’onda dei nuovi acquisti di Carlo De Benedetti.

Tutte in rialzo le piazze asiatiche, galvanizzate dal balzo del 4,9% di Shanghai che ha festeggiato l’indice PMI servizi della Cina che ad agosto si conferma saldamente sopra quota 50 punti. Ha fatto eccezione Tokyo (-0,64%), trainata in basso dal calo delle aziende esportatrici causata dalla forza dello yen e dai timori per l’economia Usa.

fonte Repubblica.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta