Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Bryan Ferry, Gianna Nannini, La Scala, Modà, Panariello, Gualazzi All’ombra dei ciprressi di Bolgheri: La grande estate tra etichette e nobiltà

Postato da on giu 15th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Vino e Nobiltà, Spettacolo e Cultura, Poesia e Magia nella Costa degli Etruschi. C’è tutto il fascino di un luogo unico, la bellezza modellata dalle mani sapienti di secolari dinastie di vignaioli, e l’eccellenza di un territorio saggio e paziente, educato ed esclusivo, dentro l’anima di Bolgheri Melody.
Patria dei grandi vini italiani e di etichette preziose e ricercate come diamanti, torna dall’8 luglio “Davanti San Guido”, il celebre Viale dei Cipressi reso immortale dall’ode di Carducci a Castagneto, il Festival di musica, teatro e danza ospitato nella grande Arena all’aperto  – 5 mila posti a sedere – dedicata al Marchese Mario Incisa Della Rocchetta, “padre” del Sassicaia.

Nato da un’idea di Sauro Scalzini e Massimo Guantini e promosso da Bolgheri Melody Srl (info su www.bolgherimelody.com. Prevendite sul circuito online www.ticketone.it e nei punti vendita Ticketone, Vivaticket e Boxoffice. Inizio spettacoli ore 21,30. Biglietti a partire da 25 euro) con il patrocinio del Comune di Castagneto Carducci e della Provincia di Livorno e il contributo di Regione Toscana, Camera di Commercio, Banca Credito Cooperativo di Castagneto Carducci e Finmeccanica, insieme a importanti sponsor e partner curati dal Conte Gaddo della Gherardesca, dopo lo straordinario successo della prima edizione con oltre 30 mila spettatori e le performance in cartellone di Roberto Bolle, il direttore d’orchestra inglese Daniel Harding insieme alla Filarmonica della Scala, Massimo Ranieri e Roberto Benigni per citarne alcuni, Bolgheri Melody Festival punta a confermare tutta la freschezza di un palinsesto potente che fa dell’esclusività e della qualità delle proposte, insieme alla varietà dei generi, un segno ben distinguibile nel panorama nazionale degli eventi estivi all’aperto.

Ad alzare il sipario sul Festival, le graziose punte del “Sogno di una notte di mezza estate” di Balanchine con il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano diretto dal Maestro Makhar Vaziev (9 luglio) seguito dal concerto del vincitore di Sanremo Giovani, e secondo classificato all’Eurofestival, Raphael Gualazzi (13 luglio). E’ una prima mondiale il balletto del Corpo di Ballo del Maggio Musicale Fiorentino “The Genesis Tribute” (16 luglio) danzato sulle musiche dei Genesis (direttore Francesco Ventriglia) e creato appositamente per il palcoscenico emozionante di Bolgheri Melody. Musica di successo con i Modà, band rivelazione del 2011 e seconda a Sanremo insieme ad Emma (21 luglio), mentre sono esclusivi gli appuntamenti con l’unico live in programma in Italia del leader dei Roxy Music, Bryan Ferry (28 luglio) e con il mega evento di Gianna Nannini e il suo “Io e Te Tour 2011” (30 luglio). Per la Nannini sarà l’unico concerto previsto nei mesi estivi in Italia.
Tutto da ridere lo show di Giorgio Panariello “Panariello non esiste” (23 luglio) mentre è una novità assoluta in cartellone l’operetta, con uno dei titoli più conosciuti ed amati dal pubblico, “La Vedova Allegra” (4 agosto) accompagnata da Orchestra e Coro dal vivo.
E ancora il “Bolgheri Melody Award”, il premio ideato dai produttori Doc di Bolgheri e dedicato ad un’artista produttore di vino – nel 2010 il premio era andato ai Negramaro – mentre alla voce “novità” troviamo il ciclo di talk show televisivi, in programma nei luoghi della memoria di Castagneto Carducci che scandiranno il mese del Festival bolgherese, e a cui parteciperanno personaggi del mondo della politica, del giornalismo, dello spettacolo e della cultura.

A Bolgheri Melody il buon vino si sposa con il grande spettacolo e con la grande cultura!


Leggi Ancora

Lascia una risposta