Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Buon compleanno a Marty McFly alias Micheal J. Fox

Postato da on giu 9th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Dal successo negli anni ’80, ai film dei ’90, alla malattia che continua a combattere con coraggio. Michael J. Fox, l’attore con l’eterna faccia da ragazzino, compie oggi 50 anni. Nato in Canada, a Edmonton, il 9 giugno del ’61, è diventato l’idolo dei teenager d’America e poi d’Europa nel 1982, quando ha iniziato a interpretare Alex P. nella serie tv “Casa Keaton”. Il 1985 è stato per lui l’anno della svolta, quando il regista Steven Spielberg lo scelse come protagonista di “Ritorno al futuro” di Robert Zemeckis, film da lui prodotto e diventato campione d’incassi mondiale.

E’ stato il personaggio di Marty McFly a dargli la fama, ma prima di tornare in quel ruolo nei due sequel “Ritorno al futuro II” e “Ritorno al futuro III”, J. Fox tentò l’avventura drammatica con “Le mille luci di New York” e “Vittime di guerra”. Sul set di “Doc Hollywood – dottore in carriera” agli inizi dei ’90, si accorse di avere il Parkinson e per un po’ continuò a recitare. Nel ’98 dichiarò pubblicamente la sua malattia e dal 2000 fu costretto ad allontanarsi dai riflettori. Tra gli altri film cult c’è “Voglia di vincere”, in cui faceva il licantropo, e la serie tv “Spin City” con cui vinse quattro Golden Globe.

Sposato con Tracy Pollan, conosciuta sul set di “Casa Keaton” e con cui ha avuto quattro figli, ha lottato in prima fila per la ricerca sulle staminali e ha fondato la Michael J. Fox Foundation for Parkinson’s Research. Qualche mese fa, in occasione dei 25 anni di “Ritorno al futuro” si è ritrovato con Doc-Christopher Lloyd e gli altri storici interpreti per onorare la pellicola che gli ha aperto le porte di Hollywood.


Leggi Ancora

Lascia una risposta