Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Buono il bilancio del Programma nazionale per il settore vitivinicolo

Postato da on ott 18th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Il 15 Ottobre è scaduto il Programma Nazionale per il settore vitivinicolo, un progetto di sviluppo realizzato grazie a finanziamenti dell’Unione Europea.  Il programma prevedeva lo stanziamento di 298,3 milioni di euro, di cui ne sono stati utilizzati più di 291 milioni. I fondi sono stati ripartiti in diversi ambiti; 16 milioni di euro sono stati destinati ad interventi di riequilibrio del mercato della domanda e dell’offerta, attraverso la distruzione dei grappoli, altri 35,5 milioni sono andati a coprire l’80% del fondo assicurativo stipulato dagli agricoltori contro i rischi connessi ai fenomeni climatici, circa il 30% dei fondi sono stati destinati ad interventi di ristrutturazione e riconversione dei vigneti, mentre altri 64,6 milioni per aumentare il titolo alcolometrico naturale dei prodotti, altri 23 milioni di euro alla distillazione di sottoprodotti. Oltre agli interventi di tipo strutturale parte dei fondi sono stati destinati all’attivazione di progetti di marketing rivolti a rilanciare il prodotto nei mercati di stati terzi, dove  i vini italiani nonostante la fama legata alla loro eccellenza risentono fortemente della competizione di nuovi produttori, come l’Australia o gli Stati Uniti, che sebbene non abbiamo una tradizione storica nella produzione di questa bevanda grazie a processi di produzione fortemente innovativi stanno ottenendo apprezzamento sui mercati esteri.


Leggi Ancora

Lascia una risposta