Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Cani e gatti in maschera per halloween

Postato da on nov 2nd, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

È ormai una realtà anche in Italia, la festa di Halloween, dove teenager e non solo, travestiti da streghe, vampiri e demoni, si riversano per le strade a fare feste, scherzi, e quant’altro… ma perché lasciare a casa i nostri amici a 4 zampe?

La fantasia dei padroni di tutto il mondo oltrepassa ogni immaginazione per quanto riguarda i travestimenti, si può vedere dal chihuahua decorato con teschi di strass al boxer che fa capolino dalle fauci di un coccodrillo, passando per il bassotto ‘pulp’ con un coltello insanguinato di gommapiuma che gli trapassa la testa, cani con una protesi di due teste finte per imitare il cerbero dantesco, fino ai costumi più tradizionali come il bracco investigatore privato, con impermeabile, cappello e pipa alla Sherlock Holmes, il barboncino-diavoletto con cerchietto per applicare le corna e mantellina rosso luccicante, fino al sempreverde, ma poco in tema, bassotto ‘hot dog’.

 Milano, la città italiana della Moda, non poteva farsi sfuggire la tendenza delle “zucche a quattro zampe”, infatti da ormai tre anni la lussuosa catena di abbigliamento per animali “For Pets Only” organizza una festa dove tutto il ricavato và in beneficenza.

 La festa di quest’anno è stata frequentata da  attori come Beppe Convertini e diversi ex concorrenti del Grande Fratello, da Guendalina Canessa al ‘cumenda’ Roberto Mercandalli, accompagnati dai loro amici a quattro zampe, mascherati con gli abiti della catena “For pets only, tutti lavorati con materiali “amici della natura”, ovviamente pelli e pellicce sono assolutamente banditi.

 L’ evento riesce a raccogliere dai 3 mila ai 5 mila euro ogni anno e il ricavato dell’ultimo party sarà devoluto all’associazione “Diamoci la zampa” per sostenere il progetto ‘Metti una stufa in canile’.

Fonte: Il Tempo


Leggi Ancora

Lascia una risposta