Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Canoa: velocità; selezioni a Milano destinazione Londra

Postato da on apr 8th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Da Milano, destinazione Londra. Comincia domani all’Idroscalo il cammino della canoa azzurra per la costruzione della squadra che dovrà puntare alle qualificazioni olimpiche con l’obbiettivo di portare il maggior numero di barche ai Giochi 2012. Sulle acque dello splendido bacino milanese si confronteranno fino a sabato, in batterie, semifinali e finali, i migliori specialisti sia del kayak sia della canadese, uomini e donne, sulle varie distanze ma tutti impegnati su barche singole. Ci saranno, ovviamente tutti gli atleti che da novembre a oggi hanno seguito la preparazione programmata dallo staff tecnico federale, con i raduni in Italia e soprattutto in Australia, ma anche quelli che per necessità contingenti (prevalentemente di studio) hanno dovuto concentrare i loro allenamenti presso le società di appartenenza. Dall’Idroscalo usciranno quindi i primi verdetti, i riscontri dei tempi su cui i tecnici potranno cominciare a lavorare. La verifica
successiva sarà a fine aprile a Mantova e da lì dovranno poi uscire indicazioni quasi definitive per avviare la costituzione di equipaggi da portare a Racice (Rep.Ceca) e a Duisburg in maggio per la Coppa del Mondo e a Belgrado, a metà giugno, per gli Europei. Per poi avviare al meglio l’avvicinamento al traguardo clou della stagione: i Mondiali di Szeged in Ungheria, prova di qualificazione olimpica.
Se l’attenzione generale sarà evidentemente puntata sui senior, a Milano si cimenteranno nelle selezioni anche under 23, junior e ragazzi. Per i primi il calendario propone come massimo traguardo stagionale gli Europei di Zagabria tra fine giugno e inizio luglio, ma diversi tra loro fanno già parte del giro maggiore e sperano di ritagliarsi spazio per Szeged. Quanto ai più giovani, oltre al campionato continentale in Croazia, li attende il Mondiale di Brandeburgo, in Germania, a fine luglio.
Quarantanove società, 249 atleti, 601 equipaggi: già i numeri testimoniano il successo dell’appuntamento milanese. 11 società sono lombarde, segue il Lazio con 7, il Piemonte e la Sicilia con 5, ma le regioni rappresentate sono 13. La società che partecipa col maggior numero di atleti, ma gioca in casa, è l’Idroscalo club con 25. Seguono il Gruppo nautico Fiamme gialle con 17 e il Canoa Kayak Academy con 16.
Tutto l’apparato tecnico e logistico, inappuntabile grazie all’ apporto della Provincia di Milano che gestisce l’Idroscalo, e alla Federazione italiana canoa kayak, sarà nuovamente sottoposto domani a un sopralluogo della International canoe federation, nell’imminenza della presentazione a Parigi (il 15 aprile) della candidatura del campo di gara Idroscalo per ottenere i mondiali di velocità 2015, anno dell’Expo.
Infine, domenica l’Idroscalo ospiterà i Campionati d’Italia canoa kayak fondo sulla distanza di 5.000 metri e quelli di fondo per la paracanoa per tutte le categorie.


Leggi Ancora

Lascia una risposta