Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Che il rumore degli strumenti musicali sia più fastidiso di quello del dolore?

Postato da on lug 26th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Johannesburg, 9 Maggio 2010. Il giovane inquilino di un tranquillo condominio di città è alle prese con le prove per il gruppo musicale con cui suona. Si parte con qualche pezzo alla batteria ma dopo pochi istanti ecco lì pronti sulla porta, prodi difensori del silenzio, i vicini richiamati dal rumore.

Johannesburg, 9 Maggio 2010, pochi minuti dopo. Stesso appartamento, scena diversa. Stavolta ad interrompere il silenzio tanto caro agli ospiti del palazzo sono le grida disperate di una donna vittima di violenza; tuttavia nessun giustiziere appare repentino di fronte alla casa.

Unica consolazione: è soltanto una messa in scena (in questo caso). Si tratta, infatti, di un esperimento voluto da una ong per verificare il grado di sensibilità sociale di fronte ad un fenomeno allarmemente in crescita. Secondo i dati ufficiali diffusi da Epicentro (Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della salute), la violenza all’interno delle mura domestiche miete ogni anno circa 5 milioni di vittime e, fatto ancor più inquietante, nella popolazione compresa tra i 25 e i 29 anni, su 15 decessi, 8 sono imputabili a episodi di violenza.

In molti casi, sottolineano gli esperti, il tragico epilogo si potrebbe evitare. Spesso, infatti, ci sono intorno alla vittima persone che sanno, le quali, tuttavia, non intervengono. Verità drammatica, emersa in maniera esplicita dall’esperimento di Johannesburg.

Il detto  ” Tra moglie e marito non mettere il dito” non sempre va rispettato.

Fonti: Internazionale EpiCentro


Leggi Ancora

Lascia una risposta