Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Cielo unico per l’Europa

Postato da on mag 6th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

1CAM5M8D7CAJR17WICAA0N43JCAVNUW5SCAG6UPTGCAVWOBIKCALCYDD8CA9RGEJECA4WCM4YCA8WWPVZCAK7LVP0CATUKU0LCAUQAHZCCAWB04Y0CAZY1OVZCASZ4JBWCA1E1118CA062YXTCAF6N0RJGli esperti dicono che l’eruzione del vulcano islandese e la nube formatasi di conseguenza, che ha paralizzato i cieli di mezzo mondo, alla resa dei conti arriverà a causare danni all’imprese europee del settore per un importo fino a 2,5 miliardi di euro. Un cifra spaventosa che, sempre a detta degli addetti ai lavori, avrebbe potuto essere abbassata da una migliore e unificata gestione dei cieli europei. Infatti, se per quanto concerne le frontiere terrestri sono ormai 20 anni che non esistono più, gli spazi aerei continuano ad essere gestiti indipendentemente dai vari Stati, l’unico organo sovranazionale esistente per quanto concerne questo settore è l’Eurocontrol, che, però, ha solo la funzione di coordinare le zone di frontiera aerea fra i vari paesi.  Misure per la creazione di  nuovi spazi aerei europei erano già state programmate nel 2004, poi riviste nel 2008, e dovevano diventare operative entro il 2012. Applicando questi nuovi provvedimenti si arriverà ad una nuova divisione dei 27 spazi aerei attuali,  creandone altri più funzionali, in cui una struttura unica si occuperà della distribuzione delle risorse. Tuttavia in una seduta straordinaria di pochi giorni fa, i ministri europei del trasporto si sono resi conto della necessità, soprattutto in caso di emergenze come quella della nube vulcanica, di un maggior coordinamento e di una maggior unità, e hanno decretato la necessità di anticipare alla fine del 2010 la messa in pratica di questo pacchetto di misure volte a stabilire un’unità dei cieli europei.

fonti: Europa


Leggi Ancora

Lascia una risposta