Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Cinetel: a Febbraio battuta d’arresto ma bene i film italiani

Postato da on mar 10th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Il paragone con Avatar penalizza il box office. Il primo bimestre resta ai livelli del 2010

Il mercato cinematografico italiano, dopo molti mesi di andamento positivo, registra a febbraio 2011 una consistente battuta d’arresto: poco più di 9 milioni i biglietti venduti, pari ad un calo del 18% rispetto al febbraio 2010. L’incasso è di 55 milioni e 500mila euro (-26%). Sono i dati resi noti da Cinetel.

I motivi di questa contrazione, soprattutto per quanto concerne il minore incasso, sono da attribuire, secondo Cinetel,  al difficile confronto con i risultati di Avatar, uscito lo scorso anno, e alla minore spinta dei film italiani, rispetto allo straordinario andamento di quelli usciti a gennaio di quest’anno.

Resta tuttavia positiva la situazione della produzione nazionale che continua a crescere a livelli molto interessanti (+22% rispetto al febbraio 2010), a fronte della perdita complessiva del mercato. I film italiani (e di coproduzione) hanno superato a febbraio il 50% della quota di mercato (ciò significa che più di uno spettatore su due ha visto film italiani o di coproduzione), mentre i film USA sono al 30% e si registra una buona performance dei film inglesi (10%, soprattutto grazie a “Il discorso del re” che a febbraio ha incassato 4 milioni). I titoli delle altre nazionalità si spartiscono il restante 10%.

Va altresì sottolineata, nel primo bimestre 2011, la sostanziale tenuta del mercato rispetto all’eccezionale andamento impresso lo scorso anno dall’uscita di Avatar. Il totale dei biglietti venduti nel bimestre (27,863 milioni) è al livello dello scorso anno (+0,01%) mentre è in calo (179,2 milioni di euro, -7,05%) l’incasso complessivo che nel 2010 era legato alla maggiorazione di prezzo per il 3D. Sempre nel primo bimestre 2011, le quote di mercato vedono i film italiani al 60%, in termini di incasso e di spettatori, mentre i film USA sono al 28%.

Tra i film nella top 10 del mese di febbraio troviamo ben 4 posizioni italiane nelle prime 6: si va dai nuovi film usciti, “Femmine contro maschi” (Medusa) con 11 milioni e “Manuale d’amore 3” (Filmauro) con più di 3 milioni, a titoli usciti in gennaio ma che hanno ben proseguito in febbraio, come “Immaturi” (Medusa) con 6 milioni in febbraio e “Qualunquemente” (01 Distribution) con 4 milioni. Il miglior film USA di febbraio è “I fantastici viaggi di Gulliver” (20th Century Fox), con 3,2 milioni di incasso.


Leggi Ancora

Lascia una risposta