Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Coelacanth il fossile vivente

Postato da on mag 7th, 2012 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Un gruppo di ricerca dell’Università di Alberta in Canada ha rinvenuto fra le formazioni solforose delle Montagne Rocciose vicino il Tumbler Ridge,  un fossile, appartenente ad una specie di pesci chiamati Coelacanth, risalente al Triassico ovvero a 125milioni di anni fa. Fino al 1930 periodo nel quale vennero fatti i primi ritrovamenti datati 70 milioni di anni, si riteneva si trattasse di una specie estinta; tuttavia qualche anno più tardi, nel 1938, un pescatore africano ne tirò su uno vivo e vegeto. L’aspetto più impressionante della scoperta fu che non vennero individuate grosse differenze anatomiche fra i fossili e le specie moderne. Si tratta di un pesce con una pinna posteriore grossa e flessibile, conformazione che non consente di nuotare a velocità sostenute.

La scoperta del Professor Andrew Wendruff però ha rivoluzionato tutte le supposizioni procedenti. Questo antichissimo antenato del Coelacanth, chiamato Rebellatrix, ha una forma fisica diversa da tutte le altre specie smentendo la teoria per cui questa famiglia di pesci non avesse subito alcuna mutazione genetica nonostante la sua veneranda età. Al contrario delle nuove generazioni il Rebellatrix era un pericoloso predatore in grado di cacciare le sue prede ha grande velocità, lo dimostra la biforcuta pinna posteriore con la quale dava potenti spinte.

Fonte: CosmosMagzine


Leggi Ancora

Lascia una risposta