Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Colbertaldo, record europeo sugli 800 stile, Pellegrini in semifinale nei 200 sl

Postato da on lug 28th, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Federica Pellegrini

Federica Pellegrini

ROMA – Federico Colbertaldo in gran spolvero sugli 800 stile. L’azzurro fa il record europeo in 7’44”29, abbassando il vecchio primato del russo Yuri Prilukov (Montreal 2005). Il suo tempo non è neanche sufficiente a “vincere” il turno prelimnare (il tunisino Mellouli e il canadese Cochrane fanno meglio rispettivamente di 2 secondi e mezzo e di 68 centesimi) ma il terzo tempo finale mette il trevigiano in una buona posizione in vista delle medaglie. La finale è in programma domani.

Anche Federica Pellegrini centra la qualificazione alle semifinali dei 200 stile libero, ma senza strafare. E’ seconda nella sua batteria, ottiene il 6o tempo complessivo ma senza dare l’impressione di spingere. Dana Vollmer (Usa) è la più rapida, con 1’55”98, mentre la veneta si ferma a 1’57”22, tempi comunque lontani dall’1’54”47 di cui Federica è stata capace. La semifinale è in programma nel tardo pomeriggio odierno. “Avevo una frequenza molto bassa, avevo il ritmo dei 400, ma va bene così, non era il caso di cercare un’accelerazione, forse qualcun’altra aveva qualcosa da dimostrare – ha detto la veneta a fine prova, mostrando un’apparente serenità, anche se non è mancata la stoccata ai suoi ultimi “nemici”.

“Dopo i 400 il giorno dopo si sono permessi di fare cose illecite, li avete visti tutti, sui giornali, hanno cercato di rovinarmi anche questo successo, ma non importa – ha detto la campionessa mondiale e olimpica rispondendo a una domanda sui costumi. Il riferimento è a una pubblicità, che la nuotatrice ha visto “sulla Gazzetta dello Sport”, dove la Jaked, azienda produttrice di costumi che sponsorizza della nazionale, ma non l’atleta veneta, ringraziava Federica per la vittoria nei 400 stile. La Pellegrini, in quella circostanza, ha effettivamente indossato un body della casa italiana, ma è sponsorizzata da un altro marchio, la giapponese Mizuno. E qui sorge il contenzioso. La Pellegrini sostiene di potere indossare qualunque costume, ma nega alla casa di cui non è testimonial il diritto di utilizzare la sua immagine. La polemica era nata ai Giochi del Mediterraneo, quando la Pellegrini si era presentata in gara con il costume Jaked con il marchio oscurato.

Tornando al nuoto nuotato, si qualifica per le semifinali dei 50 rana, Alessandro Terrin, che ottiene il quinto tempo, nuovo primato italiano, in 27”20, 2 centesimi meglio del suo precedente record, stabilito a Pescara ai Giochi del Mediterraneo. Non passa invece Filippo Magnini, (che ovviamente punta soprattutto su 50 e 100 stile libero). Il marchigiano ha chiuso in 27”59. Miglior tempo per Cameron Van der Burgh (Sudafrica).

Continua a non entusiasmare (o forse anche lui gioca solo a nascondino) Michael Phelps, anche se per ora si tratta di eliminatorie. Il cannibale di Baltimora su qualifica per le semifinali dei 200 farfalla, ma con il secondo tempo, dietro al polacco Pawel Korzeniowski (1’54”33). Fuori Francesco Vespe soltanto 21mo. Questa sera le semifinali.

A proposito di azzurri. Stasera Alessia Filippi gareggerà per l’oro nei 1500 metri. Le sue avversarie più accreditate sono la romena Potec e la danese Friis. La gara è in programma alle 18.35. Altre finali di stasera, la 200 stile libero (Phelps contro Biedermann), i 100 dorso donne, i 100 dorso maschili (senza Peirsol) e i 100 rana donne. Nessun altro italiano è in gara nelle finali.


Leggi Ancora

Lascia una risposta