Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Compravendita di armi: un settore che non conosce crisi… purtroppo

Postato da on mar 17th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

karim372Un resoconto dettagliato dello Stockholm International Peace Research Institute rivela che l’unico settore del mercato mondiale sfuggito agli effetti negativi della crisi è quello dell’industria bellica e degli armamenti. Proprio mentre tutti i paesi si trovano a fare i conti con interi comparti dell’economia in fase di stallo, la produzione e la compra-vendita di armi non hanno subito alcuno stop; anzi, secondo i dati registrati, negli ultimi cinque anni si è addirittura verificato un incremento a livello globale del 22% rispetto al quinquennio precedente.

Nel Sud est asiatico l’importazione delle armi è cresciuta in maniera esponenziale, Singapore ha registrato un aumento addirittura del 150% e, guardando all’Europa, è la Grecia la prima in classifica, di una brutta gara aggiungerei, investendo soprattutto nell’acquisto di aerei da guerra; mentre altri paesi europei, tra cui Gran Bretagna, Italia e Spagna, compaiono tra i primi venditori di armi, spartendosi il mercato mondiale con Stati Uniti e Russia. In Germania le vendite, sopratutto di carri armati, sono cresciute del 100%.

Purtroppo, poi, questi dati sono da considerarsi soltanto parziali visto che riguardano il commercio legale delle armi; le percentuali salirebbero tristemente se si facesse riferimento anche al traffico illegale.

Fonte:Peace Reporter


Leggi Ancora

Lascia una risposta