Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Controllo triennale sugli alimenti: ottimi risultati, OGM limitati

Postato da on lug 18th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Il Ministero della Salute in collaborazione con l’Istituto Superiore della Sanità e il CROMG (Centro di Referenza Nazionale per la Ricerca degli OGM) ha effettuato il controllo triennale sugli alimenti per misurarne la presenza di organismi geneticamente modificati.
L’analisi è stata condotta su 1021 campioni, di cui 54 riguardanti l’attività USMAF (Uffici di Sanità Marittima Aerea e di Frontiera del Ministero della Salute) e 967 prelevati dal territorio, di cui 108 biologici e 859 del circuito convenzionale.
Delle 967 matrici territoriali, il 5,2% riguardava il mais dolce, il 5,7% snack salati e fiocchi di cereali, l’8,7% il riso, il 9,4% le bevande di soia, e circa il 23% la farina di mais.
Nell’analisi della soia e del mais si sono rilevate delle positività, ma il Ministero della Salute ha tenuto a precisare: “Tutte le positività sono risultate essere al di sotto della soglia di tolleranza che ammonta al 0.9% per questo non si può parlare di non conformità”. Riguardo ai campioni di importazione, sono state riscontrate 9 positività in granella di soia, riso e mais ma sempre al di sotto della soglia limite e per questo conformi alla legge.
Solo cinque le irregolarità riscontrate durante il controllo: due campioni di lino e tre di riso Bt63. Ottimi risultati anche nei controlli delle conformità per le etichettature degli OGM autorizzati.
Ora non resta che intensificare i controlli sulle importazioni perché molti Paesi che esportano vegetali nel loro territorio hanno adottato colture OGM: “Si spera che gli uffici di frontiera si adoperino per realizzare quanto programmato nel Piano Nazionale visto il ruolo che ricoprono nella catena dei controlli dei prodotti alimentari” ha sottolineato il Ministero.
Nel 2010 per la prima volta il controllo ufficiale per la ricerca degli OGM è stato volto da tutte le Regioni e le Province autonome.


Leggi Ancora

Lascia una risposta