Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Conversione energetica, la via d’uscita dalla crisi economica

Postato da on dic 9th, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

A Copenaghen ha partecipato anche il Fondo Monetario Internazionale, tracciando un possibile piano di fuga dalla crisi economica internazionale. Il Piano è stato ideato grazie ai risultati  del ” Climate Policy and the Recovery” uno studio realizzato dai ricercatori del Fondo Monetario secondo il quale la salvaguardia  dell’ambiente è un ottimo modo per dare una spinta all’economia mondiale.  Successivamente allo scoppio della crisi finanziaria l’attenzione degli Stati si è certamente allontanata dalla conversione delle fonti energetiche. In una condizione di recessione i fondi statali sono stati impiegati principalmente per sostenere le banche e le imprese. Investire nelle energie pulite è stato sentito come eccessivamente oneroso e in un periodo di restrizioni ci si è concetrati principalmente su settori considerati primari.
Ma i dati emersi dalla ricerca smentiscono il sentire comune. Sarebbe necessario che ciascuno Stato destinasse alle risorse ambientali il 5 % del Pil, cifra che attualmente è stata spesa per sostenere le Istituzioni finanziarie. Gli ambientalisti del National Resources Defence Council hanno calcolato che se non si interverrà per contenere l’aumento della temperatura i danni che le catastrofi naturali potrebbero provocare sulle sole coste degli Stati Uniti, ammonterebbero a circa 270 miliardi di dollari, ossia l’1% del Pil, entro il 2025 . Nel 2050 i danni causati dagli uragani e dalla siccità costringeranno ad investire per la ricostruzione il 2%. La chiave di volta per dare una definitiva spinta alla crisi finanziaria sembra essere proprio la lotta per l’ambiente, una cosa che farà bene alla salute del pianeta ma anche a quella dell’economia.

Fonte repubblica.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta