Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Cresce il numero delle vittime di avvelenamento da piombo in Nigeria.

Postato da on nov 8th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Costa caro l’oro. E il prezzo più alto è pagato dalle popolazioni dei villaggi della Nigeria, dove l’attività di estrazione del prezioso metallo, una delle più diffuse del paese, è all’origine di un numero sempre più alto di casi di avvelenamento da piombo. Questo, infatti, indispensabile al processo estrattivo dell’oro, ha rapidamente contaminato il suolo di numerosi villaggi e continuamente vengono alla luce nuove aree intaccate.

Conseguenza ne sono episodi gravissimi di intossicazione da piombo, che si registrano numerosi soprattutto presso la popolazione infantile; a rischio anche le mamme in fase di allattamento. Proprio a bambini e giovani mamme, Medici senza Frontiere, in collaborazione con il Ministero della Sanità, fornisce trattamenti di urgenza, sottoponendoli a terapia chelante.

Sono oltre 400 sinora le persone prese in cura nei centri che l’Organizzazione ha aperto nelle città di Anka e di Bukkuyum, ma il problema è che, una volta terminata la terapia, si trovano a far ritorno nei territori inquinati.

La bonifica dei luoghi è stata interrotta ad Agosto a causa delle piogge stagionali.

Intanto, il numero delle zone colpite da inquinamento da piombo cresce.


Leggi Ancora

Lascia una risposta