Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Dal Basso della Terra: Opera dedicata a Giovanni Paolo II

Postato da on apr 28th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

E’ uscita “Dal basso della terra” (www.dalbassodellaterra.it), una grande opera musicale in Dvd + Cd , dedicata a Giovanni Paolo II e pubblicata da Ala Bianca Group (con distribuzione Warner) in occasione della sua beatificazione che avverrà il 1° maggio 2011.
L’opera – che era uscita nel 2005 solo in Cd ed era stata presente nelle classifiche di vendita per diverse settimane – viene ora proposta anche in versione Dvd in un concerto con la direzione di Salvatore Accardo, violinista e direttore di fama internazionale, che esegue anche un estratto del Rondò Allegro dal Concerto per Violino e Orchestra in Re maggiore Op. 61 di Ludwig Van Beethoven, inserito nei contenuti speciali del Dvd.

Il Dvd contiene il concerto di presentazione dell’Opera, già trasmesso da Rai3 e registrato presso l’Auditorium dell’Arsenale della Pace di Torino (all’epoca residenza dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai), insieme a interviste, monologhi, testimonianze.
Il concerto è eseguito dall’Orchestra da Camera Italiana, dal Laboratorio del Suono Ensemble, dal Coro dell’Arsenale della Pace di Torino, dalla Corale Filarmonica “Ruggero Maghini”, con la partecipazione, tra gli altri, di solisti quali Nair e Franca Nuti (voce recitante).

Un progetto assolutamente originale e di alta valenza culturale e morale, che affianca bambini italiani, bambini e uomini di strada del Brasile, monache di clausura italiane, giovani di tutto il mondo (dall’Asia all’Africa al Medio Oriente).
L’incisione dell’album ha richiesto tre anni di lavoro, oltre duecento interpreti (dieci solo i gruppi corali) e strumenti di molteplici tradizioni etniche e musicali, con sessioni di registrazione in Italia, Giordania e Brasile. Musiche e arrangiamenti rappresentano idealmente il mondo intero, soprattutto quel mondo di “poveri della terra” ai quali sono rivolti la vita e l’impegno quotidiano del Sermig (www.sermig.org), movimento fondato a Torino nel 1964 da Ernesto Olivero e nel quale testi e musiche hanno preso vita.

Le liriche, dello stesso Olivero, sono ispirate agli innumerevoli incontri che hanno segnato la sua vita con detenuti, statisti, profughi, imprenditori, musicisti, giovani, politici, missionari, uomini e donne qualunque, ricchi e poveri. Incontri con tragedie senza fine né confine. Incontri che un messaggero di pace nel mondo trasforma in esperienze di vita e in testi poco convenzionali, di forte impatto emotivo ed intensità non comune.
Le musiche e gli arrangiamenti di Mauro Tabasso, nella loro varietà, affiancano strumenti e strumentazioni classiche a voci, colori, suoni e strumenti presi dalle varie tradizioni popolari del nostro e di molti altri paesi, in un vivace caleidoscopio sonoro sorretto da melodie di forte presa.


Leggi Ancora

Lascia una risposta