Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Dalla Regione Toscana un modello di sostegno economico da prendere ad esempio

Postato da on lug 8th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Brillanti, preparati, pieni di entusiasmo e con la voglia di fare. Sono i giovani di oggi. Unico neo (mica piccolo): nella maggior parte dei casi sono squattrinati. E che fare allora di quella bella idea di tirar su un’attività in proprio? E quel progetto di aprire un agritrurismo? La Regione Toscana lancia un’iniziativa: l’amministrazione concede finanziamenti a condizioni agevolatissime per sostenere l’avvio dell’attività, ma in cambio chiede ai beneficiari l’impegno etico di farsi loro stessi, una volta che l’impresa sia decollata, sostenitori di progetti che necessitano di un supporto. Ne parla Riccardo Nencini, Assessore al Bilancio e alle Finanze della Regione Toscana, e spiega che il progetto prevede l’istituzione di un fondo di garanzia per giovani tra i venti e i trentacinque anni; prestiti minimi (quindicimila euro), restituibili in un arco di tempo di cinque anni; a restituzione conclusa, verrà chiesto ai neo imprenditori di contribuire ad alimentare il fondo oppure guidare ed assistere chi ha bisogno di supporto finanziario. L’obiettivo è quella di creare una rete di solidarietà. Un’idea di grande valore etico sostenuta, tra gli altri, da Fidi Toscana, le Camere di Commercio, i Confidi, gli enti previdenziali e alcune banche già impegnate sul fronte del microcredito e nella lotta all’usura. Un esempio da replicare.

Fonti: Galileo


Leggi Ancora

Lascia una risposta