Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

DNA danza nazionale autoriale venerdì 28 ottobre, ore 20.30 Palladium

Postato da on ott 21st, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Nell’ambito della XXVI edizione del Romaeuropa Festival

DNA danza nazionale autoriale- un progetto della Fondazione Romaeuropa alla sua seconda edizione-guarda all’autorialità e alla creatività italiana in ambito coreografico performativo,
in modo trasversale tra i processi creativi e le generazioni. DNA è uno spazio condiviso di networking, di confronto, moderato da Stefano Tomassini, dove i processi creativi in showcase dialogano con il pubblico. La prima serata si apre con Cantando sulle ossa di Francesca Foscarini. La danzautrice s’interroga su cosa succede quando la volontà abdica e il corpo si lascia guidare dal movimento stesso, su quando ci si abbandona al piacere e alla paura del perdersi nella vastità e nel vuoto dello spazio.
Il corpo che nella ricerca coreografica della Foscarini cerca la giusta ricollocazione attraverso la fragilità della struttura ossea, nel processo del giovanissimo Marco D’agostin
si sdoppia in uno sviluppo duplice d’imposizione-violazione.  Tutto è racchiuso nel titolo Viola da intendersi come colore e come terza persona del ‘verbo violare’.  Viola è il colore associato alla lunghezza d’onda più corta e alla frequenza più alta,  il colore del doppio, della transizione ma anche della volontà di essere diversi e della carica erotica. L’ultima proposta della serata è *(Titolo Futuribile) di Francesca Pennini|Collettivo CineticO. Diversamente dagli altri due lavori, definiti nella loro struttura e durata, questo è presentato come una cellula di studio in divenire,  una ricerca che contempla il procedimento stesso dell’ipotesi  analizzando i meccanismi di piega/spiegazione e spostando l’indagine da visione a veggenza.

CANTANDO SULLE OSSA
Francesca Foscarini
presentato da B.motion/Operaestate
con Roberto Casarotto (resp. progetti internazionali danza) e Rosa Scapin (direttore generale)
coprodotto da Kilowatt Festival e sviluppato nell’ambito di Choreoroam

VIOLA
Marco D’Agostin
presentato da Premio Gd’A 2010 Veneto
con Selina Bassini (coordinatrice Rete Anticorpi) e Massimo Carosi (coordinatore Premio Gd’A)
musica Ryoij Ikeda
montaggio musicale Giulia Bigi
luci Eugenio Resta

*(TITOLO FUTURIBILE)
Francesca Pennini.CollettivO CineticO
concept e regia Francesca Pennini
presentato da Teatro Comunale di Ferrara
con Marino Pedroni (direttore artistico)
e Gisberto Morselli (consulente danza)
creazione e azione Andrea Amaducci, Nicola Galli, Angelo Pedroni, Francesca Pennini


Leggi Ancora

Lascia una risposta