Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Dura repressione nello Xinjang

Postato da on nov 3rd, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Xing Jang

Xing Jang

Lo Xinjiang, una regione della Cina, caratterizzata da alte montagne e vasti deserti, ricca di materie prime tra le quali petrolio e minerali, è da alcuni anni sede di ingenti fondi economici riversati dal  governo cinese. Tuttavia la situazione socio-politica della regione non è delle migliori. La zona fu occupata agli inizi del ‘900 da un’etnia turca, gli Uguri. Attualmente la regione è popolata per la maggioranza dall’etnia Han, accusata dalla minoranza turca di essere l’unica parte della popolazione a ricoprire posizioni di tipo politico ed economico nella regione. A causa di questa situazione gli interventi di sviluppo del governo centrale sono stati osteggiati. Nel mese di Luglio sono iniziati vasti scontri tra le due etnie, le forze dell’ordine hanno ucciso  più di 200 persone, accusate dal governo di Pechino di essere terroristi responsabili dei disordini. Per distruggere definitivamente la resistenza, le forze politiche hanno deciso di iniziare un secondo raid, nel tentativo di fermare quei terroristi  rimasti in libertà. La politica di repressione durerà per tutto l’anno. La responsabiltà di quanto accaduto e di quanto sta avvendendo è integralmente data agli Uguri il cui atteggiamento viene vissuto come sovversivo.

Fonte nytimes.com


Leggi Ancora

Lascia una risposta