Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

“Einstein aveva ragione” hanno dichiarato i ricercatori italiani del Progetto Opera

Postato da on giu 11th, 2012 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Il gruppo di ricercatori del Progetto Opera presso i laboratori del Gran Sasso ha dato ragione ad Albert Einstein: nessun elemento, nemmeno le particelle sub atomiche possono viaggiare oltre la velocità della luce, come tutta la materia rispondono alle leggi del Cosmo.

I laboratori del Gran Sasso collaborano insieme ai ricercatori del Centro Europeo per la Ricerca Nucleare a Ginevra, e lo scorso anno nell’ambito del progetto di studio sul comportamento dei neutrini, registrarono dei dati incredibili, che se confermati avrebbero confutato la Teoria della relatività di Einstein e rivoluzionato tutte le conoscenze acquisite sino ad oggi.

Le particelle hanno compiuto un viaggio di 732 Km e avrebbero dovuto impiegare 0.0024 secondi, invece per gli strumenti italiani avevano impiegato 0.00000006 secondi in meno di quanto si credesse.

Più tardi in una Conferenza a Tokyo i ricercatori ammisero che il risultato era dovuto a un errore delle apparecchiature, la teoria di Albert Einstan era salva. Nell’ambito del progetto Icarus, il team di scienziati che ha svolto in precedenza l’esperimento ha elaborato dati pregressi e nuovi, smentendo definitivamente i risultati: i neutrini viaggiano ad una velocità costante pari a quella della luce.

Fonte: CosmosMagazine


Leggi Ancora

Lascia una risposta