Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Entro il 2100 scenari allarmanti per l’ecosistema

Postato da on giu 21st, 2012 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lo studio pubblicato a Giugno sulla ventesima edizione di Global Change Biology, prospetta un futuro allarmante per moltissime specie animali.

La ricerca condotta in collaborazione fra i biologi francesi del WHOI e il National Center for Atmosferic Research ha riguardato principalmente le sorti dei pinguini. Il team francese tiene sotto osservazione da ben 50 anni una colonia di Pinguini che vive in Antartico. Tra il 1948 e il 1970 gli scienziati avevano registrato la presenza di circa 150 coppie di pinguini, nel 1999 la popolazione era diminuita di 20 coppie, nel 2009 si è estinta. I ricercatori sono certi che come avvenuto nella Terra Adélie questo scenario si ripercuoterà a livello globale.

I pinguini si nutrono di polipi, pesci, gamberetti, che a loro volta si cibano di una specie di plankton che vive sotto i blocchi di ghiaccio, che però diminuiscono in misura crescente. Il restingimento dei ghiacci generarerà uno squilibrio nell’ecosistema che si riperuoterà in primis sulle specie animali ma alla fine intaccherà anche l’uomo. Secondo le analisi del National Center for Atmosferic Research se il surriscaldamento atmosferico procederà allo stesso ritmo di oggi entro il 2100 queste terribili previsioni diventeranno realtà.

Fonte: ScienceDaily.com


Leggi Ancora

Lascia una risposta