Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Facebook: diverse storie dal web

Postato da on gen 20th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

I social network oramai non sono più una novità. Affollati ogni giorno da milioni di persone in cerca di contatti con l ‘esterno, di nuove amicizie o più semplicemente usati come sostitutivo degli altri, oramai obsoleti, mezzi di comunicazione, riempiono ore, a volte giornate intere, dell’utenza in collegamento.

Vetrina del nostro essere, o del nostro voler apparire agli occhi degli altri, il web 2.0 è un mezzo insostituibile dell’odierno rapporto umano con il mondo: siamo noi che comunichiamo con gli altri, presentando il nostro profilo migliore, cercando consensi in termini di numeri di amicizie.

A volte però, questa sorta di Grande Fratello mediatico può presentare dei risvolti inquietanti.

Arriva dall’ Inghilterra la notizia di una mamma, appena maggiorenne, denunciata dagli “amici” di Facebook dopo aver postato sul social network foto del figlio con una sigaretta spenta in bocca.

La polizia e i servizi sociali, informati dell’accaduto, si sono recati a casa della giovane mamma per controllare lo stato del piccolo. La ragazza, di fronte alle accuse, si è giustificata con un ulteriore messaggio in bacheca: “Qualcuno mi ha denunciata, ma io amo il mio piccolo, non farei lui mai nulla di male.” La foto è stata poi successivamente rimossa.

In Italia, tuttavia, non siamo da meno. Pochi giorni fa, grazie ad un annuncio fatto poche ore prima, sempre su Facebook, è stato sventato il suicidio di una donna romana, trovata in casa dalla polizia, quasi in fin di vita.

E il PD addirittura minaccia per bocca del tesoriere del partito, Antonio Misiani, il blocco dell’accesso al social network dalla sede del partito, poiché considerato una perdita di tempo e non uno strumento politico.

Storie e valutazioni differenti, quindi, per questo strumento che, se usato con intelligenza può realmente favorire un contatto, che è innovativo perchè rivolto simultaneamente a molti come in una grande piazza virtuale, favorendo un dibattito spesso serio, a volte faceto.

Fonti:dailymail.co.uk

jobtalk.blog.ilsole24ore.com

espresso.repubblica.it

Facebook, il social network più utilizzato al mondo

Facebook, il social network più utilizzato al mondo


Leggi Ancora

Lascia una risposta