Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Funerali da capo di stato per Michael Jackson

Postato da on lug 9th, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Staples Center esaurito (17.500 posti), Los Angeles invasa dai fans provenienti da ogni parte d’America, star del cinema, della canzone, della televisione, leader religiosi e politici, diretta in mondovisione, nemmeno il funerale di un primo ministro riesce a coinvolgere tanta gente. E tutti erano in lacrime…

Un momento dei funerali

Un momento dei funerali

Le lacrime della figlia Paris Katherine, che ha ricordato Michael Jackson come ‘il miglior padre’, hanno concluso il memorial di addio al re del pop. Nell’omaggio solenne al cantante le star intervenute sul palco dello Staples Center di Los Angeles, il mitico stadio dei Lakers e dei Clippers (squadre di pallacanestro della NBA), ne hanno esaltato l’umanità e il talento. La cerimonia, a cui hanno avuto la fortuna di assistere17.500 fan, è durata più di due ore e mezza ed è stata seguita da milioni di persone in tutto il mondo. Gli ultimi a comparire sul palco, dopo che gli artisti presenti avevano intonato in coro le note di “We Are The World” e “Heal The World”, sono stati i familiari di Jacko. “Da quando sono nata il mio papà è stato il miglior padre che si possa immaginare e voglio solo dire che ti amo tanto”, ha detto Paris Jackson, prima di scoppiare in lacrime e rifugiarsi tra le braccia degli zii. Il finale, inaspettato, e primo discorso in pubblico di un figlio di Michael Jackson, ha in parte offuscato tutto quello che lo aveva preceduto. Anche Jermaine e Marlon, fratelli del re del pop, hanno pronunciato parole cariche d’amore per il loro congiunto.


Leggi Ancora

Lascia una risposta