Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Gioca Jouer compie 30 anni

Postato da on lug 27th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Gioca Jouer compie trent’anni. La canzone tormentone degli anni ’80 sembra davvero non tramontare mai, un po’ come YMCA. Il suo ideatore Claudio Cecchetto, ricorda ancora la frase poetica del patron del Festival di Sanremo del 1981, Gianni Ravera: «Facciamola uscire come sigla della kermesse e vedrai che successo che farà».
Così andò infatti, il gioco musicato rimase nelle classifiche tutta l’estate ma continuò a suonare in tutte le feste e animazioni fino ai giorni d’oggi. Insomma un successo trentennale, riassunto in un video su Youtube che racchiude le migliori 100 esibizioni selezionate dai figli di Cecchetto, Jody e Leonardo. Prodotta da Claudio Simonetti e Giancarlo Mei, Gioca Jouer dovette combattere in classifica con altri canzoni, ormai celeberrime, uscite proprio dal Festival: Sarà perché ti amo dei Ricchi e Poveri, Per Elisa di Alice o Maledetta primavera di Loretta Goggi.
Claudio Cecchetto non è però solo famoso per la canzone tormentone ma anche come talent scout di nomi che ora sono costanti nel panorama musicale nostrano, come ad esempio Jovanotti. In linea con questa sua vocazione ha partecipato ultimamente alla trasmissione Io Canto dove giovanissimi talenti possono trovare una vetrina importante. Nelle scorse edizioni sono uscite voci come quelle di Cristian Imparato, Benedetta Caretta e Alessandro Casillo. Quest’ultimo in particolare, classe 1996, è già idolo di molte teenagers.


Leggi Ancora

Lascia una risposta