Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Grecia,fiamme alle porte di Atene

Postato da on ago 23rd, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

GREECE WILDFIRESIl grosso incendio che si è sviluppato venerdì sera vicino a Maratona, a nord-est di Atene, ha raggiunto i sobborghi della capitale greca, distruggendo case e obbligando migliaia di persone a lasciare le loro abitazioni. Le fiamme hanno devastato ettari di terreno e di foresta. Secondo alcune fonti “la situazione è tragica. L’incendio è fuori controllo su diversi fronti”. La Grecia ha intanto chiesto aiuto a Italia e Francia che invieranno canadair.

Le fiamme hanno devastato ettari di terreno e di foresta. Il responsabile dell’area metropolitana di Atene, Yiannis Sgouros, ha affermato ieri che “la situazione è decisamente tragica. L’incendio è ormai fuori controllo su diversi fronti ed è in forte espansione”. Sabato è stato dichiarato lo stato d’emergenza nella capitale. Vi sono alcune case colpite dalle fiamme in questi sobborghi e due ospedali sono stati evacuati vicino a Pendelis, area nel quale sorge l’omonima montagna già colpita e semidistrutta da numerosi incendi, l’ultimo, il più grave nel 2007.

“La situazione non è migliorata da sabato e anzi l’area interessata dalle fiamme si è estesa, riguarda una decina di località. La situazione resta molto grave e pericolosa a causa dei forti venti”, ha detto un portavoce dei vigili del fuoco. Non sono segnalate al momento vittime, ma numerose case, soprattutto di campagna, sono bruciate insieme a centinaia e centinaia di ettari di bosco e di aree coltivate, soprattutto olivi. I sindaci dei comuni di Maratona, Dyonisos, Grammatiko hanno lanciato appelli televisivi definendo “tragica” la situazione. Il governo ha dichiarato lo stato di emergenza in tutta la regione dell’Attica, il cui capoluogo è Atene.

Il premier Costas Karamanlis, che sabato aveva tenuto una riunione di emergenza nel quartier generale dei vigili del fuoco, ha assicurato che “obiettivo primario è salvare le vite
dei cittadini e i loro beni” ed ha definito “sovrumano” lo sforzo dei pompieri che combattono da oltre trenta ore senza riposo contro le fiamme. La protezione civile ha segnalato nelle ultime 24 ore un centinaio di incendi in tutto il paese: la crisi peggiore dal 2007 quando morirono oltre settanta persone. Il rogo peggiore, dopo quello in Attica, è a Zante dove sono andati distrutti 400 ettari di macchia.

Richieste d’aiuto a Italia e Francia
La Grecia ha chiesto l’aiuto di Francia e Italia per spegnere il grosso incendio che sta devastando l’area a est di Atene. “Due canadair italiani e uno francese dovrebbero arrivare oggi”, ha dichiarato un portavoce dei pompieri. Circa 400 vigili del fuoco sono impegnati nelle operazioni di spegnimento delle fiamme divampate venerdì sera e finite fuori controllo.
Evacuate 10mila persone
Le autorità greche hanno ordinato lo sgombero di circa 10mila persone da Agios Stefanos, un quartiere periferico di Atene, minacciato dagli incendi. Circa 400 vigili del fuoco lottano contro i roghi usciti fuori controllo e che hanno raggiunto ormai le zone residenziali. “Non siamo ancora riusciti a fermare le fiamme. Il fuoco avanza”, è l’allarme lanciato dai pompieri.


Leggi Ancora

Lascia una risposta