Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Guandong propone la cittadinanza a punti

Postato da on lug 8th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Cittadinanza a Punti. Il sistema ha già creato un infuocato dibattito, c’è chi è favorevole ritenendolo un ottimo modo per smaltire nel giro di pochi anni l’hukou, l’immigrazione interna della popolazione rurale e chi è contrario, poiché ritiene che i sistemi di limitazione migratoria non favoriscano in alcun modo l’economia cinese. Per questi ultimi, infatti, i migranti costituiscono una riserva di manodopera, economica e abbondante. Ci sono infine gli scettici, preoccupati più da fattori sociali che da questioni economiche.  Fino a questo momento coloro che emigravano dalle campagne riuscivano ad ottenere la cittadinanza molto difficilmente e questo li esponeva ad una elevata vulnerabilità, poiché non avevano praticamente alcuna tutela. Questo stato di cose ha generato molta pressione e numerose rivolte civili, ma ora il Presidente Hu Jintao, ha  lanciato lo slogan della “ società armoniosa” e così le provincie cinesi stanno cercando soluzioni politiche. Ed è Il Guandong, ha pertanto proposto la Cittadinanza a punti. I criteri per ottenere la cittadinanza non riguardano più il reddito ed abitazioni stabili, bensì elevati livelli di istruzione, compiere azioni caritatevoli, essere buoni cittadini, avere buone qualifiche professionali e contributi previdenziali. La cittadinanza viene conferita al raggiungimento dei 60 punti e per esempio avere il diploma vale 20 punti, mentre la laurea 80. I punti si ottengono, ma si possono anche perdere, ad esempio commettendo infrazioni.

Ciò che lascia perplessa parte dell’opinione pubblica riguarda proprio la richiesta di elevati livelli di studio che difficilmente vengono conseguiti dalla popolazione rurale. Certo è che non potevano trovare sistema più adatto per innalzare i livelli di competitività che già rappresentano un cardine nella mentalità della Cina moderna.

Fonte peacereporter.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta