Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Il cervelletto e l’apprendimento

Postato da on nov 12th, 2012 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Secondo uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori dell’I.R.C.C.S. Fondazione Santa Lucia, la nostra predisposizione verso l’esterno dipenderebbe dalle dimensioni del  cervelletto, parte che fino ad oggi si pensava influenzasse unicamente l’equilibrio e la coordinazione. Secondo i ricercatori della Fondazione Santa Lucia di Roma se un individuo è più curioso di un’altro dipenderebbe da questo. A seguito di una serie di indagini infatti i ricercatori hanno notato che le persone più timide e chiuse hanno  sviluppato molto meno degli altri quest’area. Ma è nato prima l’uovo o la gallina? Secondo gli esperti infatti tanto più si è curiosi, si studia e si impara tanto più il cervelletto è grande, tanto più si è timidi e introversi tanto meno si esercita quest’organo.

Fonte: Science


Leggi Ancora

Lascia una risposta