Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Il Parlamento Europeo ospita il convegno Il Made in Italy al tempo della crisi nell’era delal globalizzazione

Postato da on dic 15th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Il Convegno , il Premio, La Mostra fotografica“ Il MADE in  ITALY al tempo della crisi nell’era della globalizzazione”

Venerdì 17 dicembre 2010

Ore 10.00

Sala delle Bandiere – Parlamento Europeo

Via IV Novembre 149 – Roma

Saluti istituzionali

Roberto Bosi Presidente di Fiera Roma

Dibattito con

Roberta Angelilli Vice Presidente Parlamento Europeo

Gianni Pittella Vice Presidente Parlamento Europeo

Nicola Zingaretti Presidente della Provincia di Roma

Ivano Russo Responsabile Centro Studi Unione Industriali Napoli

Anna Rizzo Presidente   CNA PMI Roma

Catello De Martino Sovraintendente del Teatro dell’Opera di Roma

Giovanni Puglisi Presidente Comitato UNESCO Italia

Silvia Pieraccini Giornalista Sole24ore

Sabrina Giannini Giornalista Report

Modera

Michele Mangiafico Giornalista

A conclusione  dell’evento  verrà conferito Il Premio l’ Eccellenza delle Donne 2010 a:

Manuela Amadori Imprenditrice

Maria Elena Ciocca Imprenditrice

Chiara Longo Designer

Manuela Amadori ed Elena Ciocca, sono due imprenditrici di Forlì, già artigiane provette, che si sono fatte paladine della difesa del Made in Italy nel settore tessile dei salotti intraprendendo una strenua, anticonformistica battaglia culturale contro l’assalto senza regole, sul territorio del nostro Paese, della manodopera cinese fatta da un esercito di operai-schiavi sotto scacco delle mafie, costretti a lavorare per ripagarsi del costo del loro viaggio oltreoceano.

Chiara Longo giovane Designer appena laureata all’ISIARomaDESIGN (Scuola di alta formazione statale dove nascono le nuove leve del design italiano) ha proposto soluzioni efficaci studiando l’esigenze quotidiane di comfort ma soprattutto di bellezza e di eleganza per chi ha difficoltà motorie :il suo progetto Pro(b)Ability  ha già ricevuto il  Premio Nazionale delle Arti  IDEA’10 :Best Product e  il Premio Innovazione Piaggio: Most Innovative Design .

La Nuova  via del Made in Italy e l’Assedio Cinese

Mostra fotografica  di Alessandro Lisci

Negli scatti crudi del fotografo Alessandro Lisci, vengono qui mostrate le condizioni di lavoro degli operai cinesi nella metropoli industriale di Wenzhou, città portuale della provincia dello Zejiang, a sud est della Cina, che ha costruito la sua potenza economica sull’export di prodotti, di capitali e di persone tant’è che secondo fonti Istat da Wenzhou proviene circa il 90% dei cinesi presenti in Italia. Il reportage su quelle fabbriche minuscole e buie, in una società che utilizza l’impiego minorile e semplicemente ignora concetti come sindacato e diritti dei lavoratori, stride fortemente con le immagini che illustrano la vita aziendale nei laboratori  gestiti da Coccia e Amadori.. Manuela Amadori ed Elena Ciocca, dopo le loro sortite in pubblico, hanno resistito a conseguenti rappresaglie sul lavoro, all’isolamento e alle incertezze del futuro decidendo infine di lanciare una nuova sfida. Ad Arti e Mestieri Expò in occasione del Premio l’Eccellenza delle Donne si presentano, unite, con un nuovo marchio  dal nome significativo, “Etica Divalia”, che produrrà soltanto veri sofà made in Italy: fatti interamente con materiali italiani, in laboratori a norma con le misure di sicurezza e dalle mani di operai con contratti in regola.

Alessandro Lisci
Photographer
331.6379346 – 333.5868321
Il Convegno , il Premio, La Mostra fotografica

“ Il MADE in  ITALY al tempo della crisi nell’era della globalizzazione”

Venerdì 17 dicembre 2010

Ore 10.00

Sala delle Bandiere – Parlamento Europeo

Via IV Novembre 149 – Roma

Saluti istituzionali

Roberto Bosi Presidente di Fiera Roma

Dibattito con

Roberta Angelilli Vice Presidente Parlamento Europeo

Gianni Pittella Vice Presidente Parlamento Europeo

Nicola Zingaretti Presidente della Provincia di Roma

Ivano Russo Responsabile Centro Studi Unione Industriali Napoli

Anna Rizzo Presidente   CNA PMI Roma

Catello De Martino Sovraintendente del Teatro dell’Opera di Roma

Giovanni Puglisi Presidente Comitato UNESCO Italia

Silvia Pieraccini Giornalista Sole24ore

Sabrina Giannini Giornalista Report

Modera

Michele Mangiafico Giornalista

A conclusione  dell’evento  verrà conferito Il Premio l’ Eccellenza delle Donne 2010 a:

Manuela Amadori Imprenditrice

Maria Elena Ciocca Imprenditrice

Chiara Longo Designer

Manuela Amadori ed Elena Ciocca, sono due imprenditrici di Forlì, già artigiane provette, che si sono fatte paladine della difesa del Made in Italy nel settore tessile dei salotti intraprendendo una strenua, anticonformistica battaglia culturale contro l’assalto senza regole, sul territorio del nostro Paese, della manodopera cinese fatta da un esercito di operai-schiavi sotto scacco delle mafie, costretti a lavorare per ripagarsi del costo del loro viaggio oltreoceano.

Chiara Longo giovane Designer appena laureata all’ISIARomaDESIGN (Scuola di alta formazione statale dove nascono le nuove leve del design italiano) ha proposto soluzioni efficaci studiando l’esigenze quotidiane di comfort ma soprattutto di bellezza e di eleganza per chi ha difficoltà motorie :il suo progetto Pro(b)Ability  ha già ricevuto il  Premio Nazionale delle Arti  IDEA’10 :Best Product e  il Premio Innovazione Piaggio: Most Innovative Design .

La Nuova  via del Made in Italy e l’Assedio Cinese

Mostra fotografica  di Alessandro Lisci

Negli scatti crudi del fotografo Alessandro Lisci, vengono qui mostrate le condizioni di lavoro degli operai cinesi nella metropoli industriale di Wenzhou, città portuale della provincia dello Zejiang, a sud est della Cina, che ha costruito la sua potenza economica sull’export di prodotti, di capitali e di persone tant’è che secondo fonti Istat da Wenzhou proviene circa il 90% dei cinesi presenti in Italia. Il reportage su quelle fabbriche minuscole e buie, in una società che utilizza l’impiego minorile e semplicemente ignora concetti come sindacato e diritti dei lavoratori, stride fortemente con le immagini che illustrano la vita aziendale nei laboratori  gestiti da Coccia e Amadori.. Manuela Amadori ed Elena Ciocca, dopo le loro sortite in pubblico, hanno resistito a conseguenti rappresaglie sul lavoro, all’isolamento e alle incertezze del futuro decidendo infine di lanciare una nuova sfida. Ad Arti e Mestieri Expò in occasione del Premio l’Eccellenza delle Donne si presentano, unite, con un nuovo marchio  dal nome significativo, “Etica Divalia”, che produrrà soltanto veri sofà made in Italy: fatti interamente con materiali italiani, in laboratori a norma con le misure di sicurezza e dalle mani di operai con contratti in regola.


Leggi Ancora

Lascia una risposta