Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Il pomodoro non è pagato agli agricoltori quanto vale

Postato da on set 23rd, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

“C’a  pummarola in coppa”, una di quelle espressioni entrate a piano titolo nell’elenco di quelle che simbolicamente sono le più rappresentative del bel paese; eppure oggi potremmo dire: stanno accoppando il pomodoro.

Secondo quanto riportato dalla Coldiretti, infatti, nel corso di quest’anno il pagamento offerto ai coltivatori da parte del mondo industriale per questo prodotto tipico dell’agricoltura italiana, è sceso del 29% rispetto alla scorsa stagione. Questo si verifica, continua la Coldiretti, per un abuso del potere contrattuale di alcuni operatori che, di fronte a raccolti altrimenti destinati a rimanere nei campi,  possono sottostimare i

Nonostante, poi, la trasformazione dell’ortaggio in passata permetta alle industrie di rincarare il prezzo di circa venti volte, vi sono casi di agricoltori cui i pomodori vengono pagati appena 5 centesimi al chilo. Esistono clausole che impongono ai produttori prezzi analoghi a quelli per il pomodoro cinese, nonostante l’annata abbia registrato raccolti di altissimo livello qualitativo.

Speculare su quello che è un elemento cardine della dieta mediterranea è quantomai controproducente.


Leggi Ancora

Lascia una risposta