Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Il valore dello Yuan, distrugge l’export europeo

Postato da on dic 1st, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Banconota cinese

Banconota cinese

Alla vigilia del vertice fra l’UE e la Cina, si è tenuto un incontro preliminare tra il Presidente  Jean Claude Junker, rappresentante dei ministri delle finanze europee, ed il Premier cinese Wen Jiabao. L’incontro è stato voluto dall’europa per discutere  il valore dello yuan. Junker ha chiesto che venga gradualmente aumentato il valore della moneta. Da febbraio 2008 il valore dello yuan è sceso del 19%, ed il dislivello con l’euro è aumentato enormemente. Anche il Presidente Barak Obama, aveva nel mese di Novembre sollevato il dibattito, ma per l’Europa la situazione è molto più grave che per gli Stati Uniti. Il rischio è che se non verranno presi accorgimenti in tal senso l’economia europea, faticherà molto di più a riavviarsi. I Cinesi hanno un vantaggio enorme nell’esportazione verso l’europa, mentre le fabbriche europee  non possono esportare in Cina, dovendo vendere a dei prezzi molto più elevati. Le tante fabbriche sull’orlo del fallimento saranno costrette a chiudere. Nonostante l’inivito europeo, ed i moniti Statunitensi, il Premier cinese ha dichiarato di non essere disposto a procedere in questa direzione, ne  pagherebbe le spese la crescita economica della Cina.

Fonte lemonde.fr


Leggi Ancora

Lascia una risposta